Sto pian piano prendendo possesso della nuova casa. Fare albero e presepe, invitare gli amici per chiacchierare nel dopocena, pulire.
Un sostanziale passo per trasformare il nuovo appartamento nella mia casa l’ho fatto sabato sera. Un po’ di tempo fa mi hanno regalato questo. A parte la bellezza dell’oggetto in sé, ha una qualità audio straordinaria per un compatto. L’ho messo in camera da letto, sul comò.
Sabato sera Giuliano era andato a prendere un po’ di roba a casa vecchia, e io ero sola. Così ho fatto una cosa che non facevo da almeno tre anni. Mi sono chiusa in camera, ho spento tutte le luci, e ho lasciato che la musica andasse. Venti minuti immersa tra le note, dimentica di qualsiasi cosa non fosse il battito potente della batteria, l’urlo della chitarra elettrica, e la voce di Matt Bellamy, of course.
Ho ritrovato una dimensione che avevo completamente perduto. Ho ritrovato il piacere di concedersi del tempo, di stare stesa sul letto e lasciare che i pensieri fluiscano liberi, che le immagini emergano pure alla coscienza.
Ed è stato lì, mentre ero stesa sul letto a braccia aperte e intorno a me non c’era altro che musica, che ho capito che in quella casa sarò felice.

P.S.
Oggi si parla di me su Il Giornale, qui e qui. Si tratta di un estratto di un’intervista più lunga che dovrebbe essere pubblicata domani. Provvederò a segnalarvelo.

31

31 risposte a

  1. Biby scrive:

    @Francesca: mi sono accorta subito del cambiamento natalizio del blog! Sarà perché quando si tratta di decorazioni natalizie io sono sempre in prima fila…^^

  2. Elisabetta scrive:

    Licia sono contentissima per te!
    Anche io in questo periodo vorrei prendermi un giorno per stare da sola in pace con me stessa, magari con la musica nelle orecchie… Il mio piano per tre giorni di fila era: oggi prendo, mi faccio una doccia e esco da sola! Senza nessuno, in giro per roma.
    Magari avessi potuto farlo… c’era sempre qualcosa che mi andava contro. Volevo farlo domani (finalmente), ma il mio fidanzato mi ha incastrato per finire i regali! Se domani alle 9.30 non usciamo di casa… è la prima volta che il sigillo di Dubhe si attiva su di me! xD
    Comunque, dolce Licia, buone feste e felice 2009!

  3. Yrechan scrive:

    @Val: non nominare quel titolo. Quel libro è un sonnifero. :P

  4. Francesca scrive:

    Solo ora ci ho fatto caso! Bello il sito in versione natalizia! Avete visto?

  5. Francesca scrive:

    Pensavo che solo io non vedessi il titolo, che fosse un mio problema… Ma allora perchè il post non ha un titolo?

  6. Biby scrive:

    Non ho capito perché questo post non ha un titolo…

  7. celtica 80 scrive:

    prendere tempo per se stessi è la cosa che al giorno d’oggi facciamo meno, ma andrebbe fatta ogni giorno!capisco la tua sensazione, l’ho provata ancge io quando sono entrata nella mia casa!
    goditi ogni attimo, ogni nota, ogni emozione delle tue quattro mura|

  8. Francesca scrive:

    Ah! Sono molto contenta per te! Sarai sicuramente felice! E ancora auguri per la casa!baci

  9. Francesca scrive:

    Anch’io adoro ascoltare la musica a luci spente nel buio della camera… La musica è una delle mie più grandi passioni… La sento scorrere nelle vene, mi appartiene…
    Licia, ti consiglio di fare la stessa esperienza, ascoltando l’ultimo cd di Era (Reborn) o con la musica di Enya…
    Con loro il fantasy che c’è in me prende forma… ciao

  10. JoX scrive:

    aaaah si è bellissimo immergersi nella musica! amo ascoltarla prima di andare a dorimire… quando è tutto buio e silenzioso *_*

  11. PaccoChica scrive:

    Ah, al buio con la musica nelle orecchie… quando sono triste è un vero toccasana XD

  12. Max scrive:

    bah…immagino il tormento…ahahah!!!

  13. Serenella89 scrive:

    Le immagini convergono in un unico punto…e nei ricordi riaffiora quasi impalpabile una strana sensazione. Sembra una sorta di malinconia triste…è come se una parte di me non volesse accettare la crescita…volesse rimanere come Peter Pan, sempre bambino…
    Non vorrei mai smettere di leggere e separarmi dalle pagine mi costa un enorme sacrificio.. Voglio sentire il profumo di caffe in vecchio bar con le poltrone di velluto verdi, discutere di magia e letteratura… Sorridere alle novità che si fondono con l’antico…Voglio sentire il profumo delle pagine di un vecchio libro, di carta ingiallita dal tempo e di inchiostro nero, di polvere e magia…Voglio letti a baldacchino con tende rosse, con colonne di legno lavorato… Sentire l’odore degli alberi, il frusciare del vento in un’antica foresta, dove tutto è verde e marrone, e null’altro esiste. Voglio viaggiare con il vento tra i capelli e veder scorrere sotto di me i laghi e le montagne…sapere di essere perduta, ma tentare, per tutto…
    Voglio rivivere il mio essere fanciulla, la mia ingenuità di bambina…voglio credere che babbo natale mi porterà un cavalluccio di legno dipinto e che un giorno lo porterà anche ai miei figli… Voglio ballare vestita come una principessa, come una ballerina leggiadra sfiorare delicata il pavimento impolverato e ridargli la vita che chiede…
    Voglio rimanere sveglia fino a tardi per leggere un libro seduta in poltrona accanto al fuoco, per poi scoprire che la notte è appena iniziata e che i suoi segreti mi verranno svelati a poco a poco…voglio sentire il gusto di divertirmi con gli amici solo a stare stesi al sole primaverile…Voglio anche la neve, che cadendo lenta purifica tutto ciò che è nero, illumina e brilla come un diamante… voglio un albero di natale alto tre metri decorato con l’oro e il rosso, voglio svegliarmi e trovare ai piedi del letto regali inaspettati, voglio respirare la gioia di sentirsi parte di qualcosa…voglio sentire ancora una volta la magia che tanto mi affascina corrermi come un brivido per la schiena e riportarmi di nuovo alla vita, per poter ritornare e sconfiggere infine i miei demoni, per poter urlare di gioia, una gioia lontanissima solo un minuto prima, ma sapere che di li a poco tutto finirà, e lacrime amare rimarranno sospese nei miei occhi mentre il mio essere bambina vola via tra le pagine di un libro…

  14. Vesa scrive:

    Ora ho letto meglio l’intervista…ma non era Prometeo Liberato,della romantica shelly…?

  15. Valberici scrive:

    Max: io direi: Il tormento e l’estasi.

    Dei due termini uno si riferisce ai vicini di casa…..indovina quale…. :lol:

  16. Vesa scrive:

    Immersi nel profondo della musica…
    Almeno io ci provo…
    Mi piacerebbe anche a me come te Licia,lasciarmi trasportare dalla musica…ma non posso mai perchè ci sono sempre i miei piazzati in casa…
    Almeno posso leggere i tuoi libri per svotare la testa

  17. Max scrive:

    ehm….musica al buio?
    sistemazioni?
    bah…nn sn bravo coi titoli…eheh

  18. Valberici scrive:

    Però vorrei chiedere una cosa…che titolo diamo a questo post ? :D

  19. Eleas scrive:

    @claudia: preoccupati… ahahah

  20. Claudia scrive:

    Finalmente allegra e tranquilla licia!!!!!!!!!!! Cerca di riposarti!! Nessuno di noi vuole vederti schiantare per la stanchezza, se no chi ce le storie le storie straordinarie da leggere?!? In bocca al lupo per la nuova casa!
    @ eleas: non so se bisogna preoccuparsi o suonare le campane per il fatto che stavolta vai d’accordo con babil….

  21. Max scrive:

    Hai ragione sul fatto della musica a luci spente, riesci a cogliere particolari che non avevi mai sentito e la musica ti s’ insinua nella testa e non pensi a niente se non alle parole della canzone!! Comunque sono d’accordo con odry keynes, un po’ di riposo se lo meritano tutti! E poi è praticamente Natale…e poi chissà, magari con questo meritato riposo vengono altre idee per le Leggende o altro…non vedo l’ora che esca il prossimooooo!!
    Per il fatto dei libri è vero…molta gente dice tanto di sapere, di aver letto ecc ecc e poi dice delle gran cavolate. Comunque prendere spunto (se mai è stato così) non è una brutta cosa, magari ti viene un’ illuminazione proprio grazie a quello spunto!! E a leggere le Cronache/Guerre/Leggende (non ancora terminate…sigh) si vede che l’illuminazione c’è stata!!
    Beh..io vado, ciao Licia, in bocca ad Oarf per la nuova casa ecc.;-)

    PS: Qualcuno mi può spiegare dove posso vedere la trasmissione Tempi Dispari di Rainews 24 domani???

  22. Valberici scrive:

    @Eleas: meglio essere prudenti…. ;)

    @Babil: io sapevo che Groening avesse copiato da Licia…in un cortometraggio Fry ha un tatuaggio maledetto sul sedere.
    Invece Licia deve aver preso spunto da Naruto….forse… ;)

  23. Eleas scrive:

    mmmm comprendo che la cosa possa destare preoccupazioni ma non tipare di esagerare un attimino?

  24. Valberici scrive:

    Commento più tardi…ora, visto che Eleas ha detto di essere d’accordo con Babil, devo andare a radunare una squadra di volontari, per rinforzare gli argini del fiume…poi passo a prendere il legname per l’ arca…. :lol:

  25. Babil scrive:

    Tra Dubhe e il destino di Adhara noto delle strane similitudini con un vecchio romanzo della serie “Forgotten Realms” dal titolo “Curse of the azure bonds”, da cui è stato tratto anche un videogioco nel paleozoico (stiamo parlando dei tempi di Eye of the beholder): anche lì l’eroina ha un tatuaggio magico che la costringe ad uccidere, e lei stessa è una creatura artificiale che si risveglia non proprio senza memoria ma comunque con una memoria che non è la sua.
    Sia chiaro che non voglio insinuare nulla visto che anche se l’idea fosse presa da lì siamo sempre nel campo del legittimo, visto che poi le storie proseguono in maniera del tutto diversa, ma mi chiedevo se era una cosa intenzionale oppure una clamorosa coincidenza…

  26. odry keynes scrive:

    Ciau Licia! Wow da quanto tempo non scrivevi un post così? ^^ Te lo meriti finalmente del sano riposo!
    p.s. Che sfortuna quando vado a scuola mi danno una copia gratuita de “Il giornale”, ma ora sono in vacanza XD

  27. Eleas scrive:

    UDITE UDITE

    sono d’accordo con Babil!!!! Non so se questo sia un segno di tipo mistico o definitivo, ma è così!

    Insomma sopratutto su Darkover ho come idea che lo abbia letto male questo giornalista. Posto che effettivamente lo abbia letto. Darkover non è magico, non nel senso che traspare dal pezzo, ma vabbè… giornalisti, la preisione non sanno dove stia di casa.

    Oh a proposito di casa: liciuzza rilassati ritrova la vena che ci devi sfornare taaanta altra robetta, ho un figlio che preme per il seguito della ragazza drago, e io premo per vedere che combina adhara ;) e poi lo sai che Valbe mi diventa teso se non produci quei venti romanzi all’anno!! Non facciamolo agitare che tiene un’età muahahah.

  28. imp.bianco scrive:

    Sono contento per te ^^ Io quando torno a casa ho intenzione di godermi Ronin di Frank Miller spaparanzato sotto le coperte al calduccio :P

    X-Bye

  29. Nia_LiVe_StRoNg scrive:

    Sn felice che ora riesci a sentirti a casa tua!!

    Scusate ma a me l’intervista nn si apre ma credo sia un problema del mio blaklerry!
    X fortuna a natale arriva il pc!! Ma dove dovrebbe essere pubblicata l’intervista dmn??

    Ankora auguri x la nuova casa!

  30. J.Galbreth scrive:

    Licia, siamo tutti molto contenti di sentirti finalmente serena! Una nuova casa, quando l’anno nuovo è alle porte, potrebbe davvero essere un nuovo inizio, per te. Un inizio col quale ti dedicherai un po’ più a te stessa e un po’ meno alla Licia scrittrice. Basta che non pianti lì le Leggende… ;)

  31. Babil scrive:

    Auguri per la nuova casa!
    Quanto alle interviste…Ma questo Luca Crovi aveva bevuto prima di scrivere quel pezzo?
    “Frankenstein o il prometeo incatenato”? Che io sappia è “Frankenstein o il moderno prometeo”…Mi sfuggono quali siano i parallelismi tra il mondo del disco ed Harry Potter ma forse è un problema mio…Mi sembra esagerato dire che ad Earthsea uomini e draghi “convivano”, ed anche sul fatto che Darkover sia magico dipende dal senso che si dà a questa parola. Sembra un articolo scritto da uno che non ha mai sentito la parola “fantasy” fino al giorno prima ed ha scritto un articolo leggendo le quarte di copertina di qualche libro…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>