Un sacco di cose

Sabato
Sabato ho fatto quella che con ogni probabilità sarà la mia ultima apparizione in pubblico, lo sapete. E sono stata a L’Aquila. Come avrete vagamente intuito dai post sulle mie vacanze dello scorso anno, sono piuttosto legata all’Abruzzo. È che è una terra così selvaggia e bella…Sì, i monti del Trentino sono straordinari, i panorami meravigliosi, ma devo dire che solo con la natura come ti puoi sentire sul Gran Sasso o in una semplice passeggiata di notte nel Parco Nazionale d’Abruzzo ti ci puoi sentire in pochi altri posti in cui sia stata.
Eppure, appena ho preso l’uscita l’Aquila ovest dell’autostrada ho realizzato che mancavo dalla città dalla bellezza di sei anni. Roba allucinante, considerando che quando c’ero stata mi ero innamorata, e avevo accarezzato l’idea di viverci, prima o poi.
Sono stata in una zona che non avevo mai visitato. Mentre scorrevano i cartelli (Collemaggio, Fontana delle 99 Cannelle) cercavo di sovrapporre i ricordi a quel che vedevo. E ho provato a non soffermarmi sulle crepe sui palazzi, sui muri sbrecciati, sulle finestre desolatamente buie la sera, quando sono andata via. Ne abbiamo avuta a pacchi di pornografia del terremoto, i nostri sguardi ormai non fanno altro che violare il privato di una città che avrà pure il diritto di andare avanti: senza dimenticare quel che è stato, ovviamente, ma anche senza restare intrappolata in certe definizioni da pessimo giornalista.
E sono approdata qui, presso il Campo Alenia Stazione gestito dai volontari di Nuova Acropoli. M’ha intristito pensare che era la prima presentazione che facevo in una città che tanto mi è cara. Voglio dire, sei anni per approdare qui, quando l’Aquila è stata per mesi a un’ora di macchina da casa mia, bella, fresca, intatta.
Devo dire la verità, è stata una delle presentazioni più piacevoli della mia vita. Un’esperienza intensa, stancante di certo, ma bella. La gente attenta, l’ambiente raccolto della tenda, e una certa aria di allegria. È che c’era un forte senso di comunità, come raramente ne ho percepiti. Gli spettatori non erano tutti ospiti del campo, ma si sentiva che per due ore siamo stati tutti uniti da qualcosa, persino io che lì non c’ero mai stata, e un’ora dopo avrei ripreso la via di Roma. E quel qualcosa che ci ha uniti non credo fossi tanto io. Sì, le mie storie di certo, ma non perché abbiano qualcosa di particolare, siano più potenti di altre o cose. Credo che ad unirci fosse una comune ricerca. Un bisogno di stare assieme nonostante tutto. E di comunicarsi qualcosa. Come se ad un tratto quel che dico sempre, che scrivere è partecipare con la propria, misera tessera, al mosaico della vita, fosse diventato più vero, tangibile. E se per me è stata un’esperienza di due ore, mi sono accorta che per gli Aquilani è ormai diventato un modo di essere, da sei mesi a questa parte, l’unica cosa che ti salva. Quando ognuno di noi ha poco, l’unica è mettere assieme quel poco, e se le domande sono soverchianti per il singolo, possono essere affrontate dalla collettività. È questo il senso del vivere assieme, il motivo che ha spinto gli uomini a raggrupparsi, in villaggi, paesi, città, metropoli. Un senso che col tempo abbiamo perso.
M’è piaciuta l’allegria dei volontari e del pubblico, m’è piaciuto sentire quell’accento che alle mie orecchie meridionali appare sempre un po’ simile a quello campano. E stamattina, pensando a quel che avrei scritto oggi, ho pensato che in fin dei conti sono andata fin lì ad imparare qualcosa. Molte cose. Tra cui una che avevo scritto tanti anni fa. Che la speranza non è una cosa data, che c’è o non c’è. Non esistono situazioni in cui è possibile trovarne e situazioni in cui non esiste. La speranza è una cosa che ci diamo, il più grande dei doni che possiamo farci. Va costruita, ricercata con pervicacia, creata. Siamo noi la nostra speranza. E quando, tra le domande che mi sono state fatte, mi hanno chiesto cos’è il coraggio, questo avrei dovuto rispondere: che il coraggio sono un gruppo di volontari che tirano su un campo nel quale non dimenticare chi siamo e cosa ci fa vivere, che dal nulla creano una biblioteca per chi ha perso tutto, che dalla propria casa pericolante va a salvare i libri, che senza un tetto sulla testa è capace di ridere, di rimboccarsi le maniche, di lavorare per la comunità, e che pensa a quando tutto sarà tornato alla normalità, e non sta lì ad attendere che semplicemente accada, ma fa di tutto perché quel domani si realizzi, e al più presto. E mi sono sentita, e mi sento ancora, così piccola, fragile e stupida, con la mia cronica incapacità di non piagnucolare per ogni cosa, di non piangermi addosso ad ogni difficoltà.
È stato bello, bellissimo.
E, per altro, è stata anche la prima volta che qualcuno che non fosse amico o parente, ha fatto un regalo alla pesciolina. Lo vedete nella foto qua sotto. Con l’augurio che anche lei sappia sempre rimboccarsi le maniche, e dotarsi di quella forza che ogni tanto a me difetta, ma che cercherò con tutta me stessa di insegnarle.

IMG_1912_30

Basita
Sono basita. Che poi, da molti mesi a questa parte, è il mio stato perenne di fronte a certi eventi che accadono in ‘sto paese. Quel che mi basisce è la seguente notizia: per riassumere, Loredana Lipperini è stata denunciata per una recensione. Esatto. Una recensione ad un libro. La scusa la solita: diffamazione. Leggetevi la recensione. E ditemi dove sta la diffamazione. Ma tanto ormai sappiamo come funziona. I nostri politici in questo hanno fatto scuola: non sei allineato sul pensiero unico? Ti blocco querelandoti. Chissenefrega se vinco o perdo. Chissenefrega se hai detto il falso o il vero. Intanto ti ho chiuso la bocca. E comunque, quando ti assolveranno, avrai al massimo diritto a mezza riga in quarantesima pagina sul giornale locale. Un gioco a rischio zero che ci sta imbavagliando tutti, ma proprio tutti.
Io direi che a questo punto dovremmo leggerci in massa la recensione e Navi a Perdere, che per altro ho letto anch’io l’anno scorso, trovandolo avvincente e illuminante.

Ma un tempo il panico non andava evitato?
Stamattina, durante la mia parca colazione (no, calma, stamane ho avuto diritto al miele, le altre mattine solo gallette di riso :P ), leggo questo. Certo. Ormai hanno munto la pandemia oltre ogni possibile limite. Manca ormai solo che la gente ti ammazzi in strada per uno starnuto (in effetti l’altro giorno non mi sentivo tanto sicura sulla metro con la tosse…). Si può passare alla seconda psicosi annuale: l’influenza stagionale fine di mondo. Che ogni anno dovrebbe ucciderci a pacchi ma poi, non si capisce perché, non lo fa. Mah.
Ora, non sono un medico. Ma scoprire che l’OMS ha tolto la dicitura “malattia che causa un enorme numero di malati e morti” dalla definizione di pandemia per poter dichiarare lo stato d’emergenza di quest’anno (qui e qui i documenti a confronto), uno qualche domanda se la fa. Poi esce fuori che i tassi di mortalità sono paragonabili a quelli dell’influenza solita, e che addirittura il virus avrebbe circolato già nel ’97 e nel ’77 (ma non era nuovo?) e le domande si fanno sempre più inquietanti.
Evitare le infezioni è cosa buona e giusta. Avere piani per fronteggiare improvvise emergenze sanitarie è sacrosanto, così come preoccuparsi delle ricadute sociali di malattie fortemente contagiose. Ma giocare a spaventare la gente, no. Perché poi finisce che si fa sterilizzare un palazzo solo per evitare che gli abitanti ti lincino. Ma tanto ormai la strategia è quella: terre et impera, spaventa e comanda. Un gioco sempre molto efficace, ma condotto sul filo del rasoio. La paura, una volta scatenata, non si può più fermare.

75

75 risposte a Un sacco di cose

  1. Nih@l scrive:

    Sono in prima liceo!!!!!
    Ora basta ripeto!!!

  2. Nih@l scrive:

    Ora ti giuro che la smetto Licia.. Ho detto solo ciò che pensavo.
    Scusatemi.

  3. giorgetta14 scrive:

    nemmeno io faccio l’università, ma almeno parlo italiano, vorrei sapere tu quanti anni hai?!

  4. sentiamo quanti anni hai???io non faccio l’università ripeto!!!!

  5. Nih@l scrive:

    La provincialotta sarai tu brutta ignorantona! Solo le alunne che non fanno un tubo dalla mattina alla sera parlano così!

  6. senti e poi quella che offende sono io!!!…ma fammi il favore.. a..a comunque io non potete aspettarvi tanto…perche io parlo cosi quindi… poi nn faccio l’università
    e solo che secondo me i prof che vengono a fare le loro ore da ammalati nn e assolutamente giusto!!!!e che non pensassero solo ai soldi… che la salute e tutto!!!

  7. Nih@l scrive:

    È ovvio che ti dicevano così cara Tontonella! A una che non capisce niente, dovrai pur dire qualcosa che possa compr..
    Ora basta! Amiche come prima! Io sono io e sono una persona che la pensa in un modo.. Tu sei tu e puoi pensare ciò che vuoi..L’unica differenza è questa.. TU SEI IGNORANTE E NON CAPISCI NULLA DI QUESTE COSE!! Io invece ascolto gli altri e sono una persona abbastanza colta (per la mia età) e capisco molto del problema in questione!

  8. idem tutte le mie amiche… e solo che l’egoismo non era riferito a te nihal
    tu allora mi sa che sei un paperetto provinciale XD
    sapete che nn e giusto che una prof arriva con l’influenza!!!!io se mi passa l’influenza lo andrei a dire al preside..e il nostro preside prenderebbe i provvedimenti…perche i cari insegnanti la malattia se la possono prendere …!!!!e quindi se se la prendono sopratutto quando sono ammalati farebbero un grande favore perchè se 1 prof fa ammalare e il giorno dopo l’alunno ha una gara o un impegno che aspettava da mesi… noi poveri alunni sempre che la pagano!!!

  9. giorgetta14 scrive:

    las divinas etc etc… ma quanti anni hai?? e poi a che scuola vai? i prof venivano a dire a te, che lavoravano solo perchè sono pagati? e ultima cosa, i prof. lavorano per soldi!! altrimenti la spesa gliela fai tu?!

  10. Nih@l scrive:

    Hai rotto!! Brutta ignorante!!!!! COME HA DETTO GIORGETTA.. FATTENE UNA RAGIONE! E non rompere più le scatole.

  11. Tawara scrive:

    XD è vero l’italiano questo sconosciuto… IL CONGIUNTIVO COME KAISER VE LO DEVO DIRE?!!?!?!??!?!
    Sì ora stai proprio somigliando alla versione Tontonella… XD
    ECCO PIANTIAMOLA QUI CON L’INFLUENZA DI BABIL. Mi sono stufata, anzi a me interessa INVECE sapere cosa avesse scritto Giulia… nn avevo capito please puoi farmi un riassunto breve?

  12. io i prof che lavorano per soldi solo per quello sn quelli che insegnano peggio!!!infatti nella mia scuola quella che lavorava x soldi era la prof che odiavamo di piu

  13. Nih@l scrive:

    E poi io non sono egoista!!!! E i soldi non centrano niente!! Ragiona prima di sparare cavolate.

  14. Nih@l scrive:

    È quello che dico io Babil.. Qui qualcuno ha bisogno di prendere lezioni private per arricchire il lessico e fare meno brutte figure! Cara la mia Tontonella! Alias Las Divinas The Best!!!!!!
    Guarda tu.. Stiamo litigando per una malattia idiota..

  15. giorgetta14 scrive:

    ancora… leggi il commento di babil e fattene una ragione!!

  16. si vabhe allora vuol dire k a te ti interessa piu k tu riceva soldi che la salute degli altri bell’egoismo

  17. Nih@l scrive:

    Io la smetto e ripeto per l’ultima volta… OGNUNO HA LE PROPRIE IDEE.. Io sono per il prof malato che lavora.. Gli altri possono stare dalla parte che vogliono!

  18. giorgetta14 scrive:

    magari riscrivilo, cos’ si capisce no giulia?!

  19. Giulia scrive:

    @ Tawara: sai cos’é? C’è un pezzo che manca nel messaggio e perciò non si capisce molto bene. Ma a me non risulta di averlo cancellato.

  20. Babil scrive:

    E comunque, fossi un professore di ruolo con i giorni di malattia pagati me ne starei volentieri a casa ogni qualvolta fossi malato…Benvenuti nella realtà, c’è gente che non può smettere di lavorare nemmeno quando è malata.

  21. Babil scrive:

    Las Dinas, ecc…
    “sono un alunna e se mi PASSEREBBERO qualcosa i prof l’andrei a dire al preside!!!”

    Per quanto spesso li frequenti, i prof, non credo ci sia pericolo che ti passino qualcosa…

  22. Babil scrive:

    Allora, teniamo a precisare che si trattava di un discorso purtroppo ipotetico visto che al momento non sto lavorando.
    Rimanendo sempre nell’ipotetico, sto insegnando e mi viene l’influenza:
    -In primo luogo, mi si dimostri che non me l’ha attaccata uno studente e che quindi la scuola è ormai irrimediabilmente “contaminata”.
    -In secondo luogo, è un influenza cazzo. UN INFLUENZA. UNA FOTTUTA INFLUENZA!
    Che cavolo venite a fare i fighi sui blog a dire hai ragione Licia sono tutti complotti delle ditte farmaceutiche/governo/potenze demoplutocattogiudaiche se poi venite a fare la predica a me che non ho considerazione dei poveri studenti?
    L’influenza è inevitabile, solo una alla quale probabilmente la teoria dei germi gliela ha dovuta spiegare un qualche consulente come la Gelmini può pensare di emettere circolari demenziali come quella.

  23. giorgetta14 scrive:

    ah non lo dire a me,è la prima cosa che abbiamo pensato in classe!è assurdo, ma è quello che chiede la scuola per evitare il “contagio”, una delle tante regole assurde ( assurde per non dire altro) xD

  24. Nih@l scrive:

    Ma porc.. SBAGLIATO!!! OGGI NON CONNETTO.. SCUSA LICIA.. IL LIBRO CHE STO SCRIVENDO MI MANDA LA TESTA IN FRANTUMI!!

  25. Theana scrive:

    poi con tutte queste interviste io sn ancora più preoccupata di prendere la febbre suina!!! a tutti i giornalisti:AVVISATECI MA NON FATECI PRENDERE DAL PANICO!!!

    @ LAS DIVINAS THE BEST:di solito un prof ke ha la broncopolmonite nn viene a scuola neanke se ama i soldi come i propri figli! è assolutamente impossibol alzarsi dal letto con la broncopolmonite!!! ragioniamo!

  26. Tawara scrive:

    STOOOOOOOOOOOOOOOP!!! XD ragazze please basta… state ripetendo le stesse cose e non vi ascoltate a vicenda… da una parte LDTB (uso l’acronimo va bene? Senza sminuire il talento di Antonella molto meglio di quella racchia u_u) ha ragione, bisognerebbe evitare di venire quando si sta male per via degli altri, dall’altra Nih@l ha ragione perchè è bello che qualcuno abbia voglia di lavorare e se poi riesce lo stesso a insegnare bene va bene tutto… quindi stop. Fine polemica °__°

    Giorgetta14: scusa una domanda, ma i baci non dovrebbero essere un problema… a meno che uno non baci più persone XD uno si bacia solo con quello-a che ama no? In teoria si contagerebbe solo uno XDXDXD la poligamia in Italia non credo ci sia e tantomeno nelle scuole :lol:

  27. giorgetta14 scrive:

    penso che tu esagiri, veramente, datti una calmata, ha ragione nih@l! ognuno segue i propri ideale, avessi io il prof con l’influenza…!!! XD viva la scuola è?!!!

  28. a brava tu dai + importanza ai soldi che alla salute se un prof ti passa la bronco polmonite che facciamo… io lo dico al preside che sicuramente prenderà provvedimenti!!!
    e nn puoi uscire con le tue amiche non puoi andare a sciare….tutto x colpa di una prof che gli interessano i soldi invece che la salute

  29. Nih@l scrive:

    Ho sbaglito di scrivereeeeeee!!! Scusa GIORGETTA14

  30. Nih@l scrive:

    Comunque non dicevo a te giorgrtta14.. dicevo a las divinas the best…

  31. Nih@l scrive:

    Adesso non fare troppo la vittima… Non, voglio litigare, ma secondo me la fai troppo pesante.. Torna su msn e dimenticati tutto.. Ognuno conosce solo e soltanto le proprie ragioni.. Pochi stanno ad ascoltare quelle degli altri..

  32. giorgetta14 scrive:

    … a scuola mia per evitare il contaggio non ci possiamo nemmeno abbracciare o baciare,” evitare effussioni”, assurdoo!!capisco tutto, ma mi pare eccessivo! che poi tu dici , non ti baciare o abbracciare, e noi lo facciamo, siamo studenti trasgressivi! =P… comunque riferito alla prima parte del post; io sono stata all’aquila come volontaria, a campo san biagio, e devo dire che anche io ho sentito quel “qualcosa” che mi ha unito a quelle persone!non sapevo se piangere, pensando alla vita nelle tende, con solo 1 doccia per 150 persone! o ridere, ridere per infondere “coraggio”! un saluto a te e a irene! ciao ^^

  33. grazie ma se passa tutta la sua febbre ai suoi alunni ???no perche io sono un alunna e se mi passerebbero qualcosa i prof l’andrei a dire al preside!!!a dirgli che la prof viene a scuola con l’influenza… chi e che la deve pagare sempre noi alunni vero???

  34. Nih@l scrive:

    Ma dai.. Ognuno ha i suoi ideali.. Se è contro la Gelmini.. È meglio che li segua!!! E poi.. Molti cercano scuse per stare a casa.. Se c’è qualcuno che ha voglia di lavorare.. Lasciatelo in pace!

  35. non e che la sto offendendo e che io potrei essere al posto di quegli alunni poveri!!!!

  36. Nih@l scrive:

    Adesso non esageriamo.. Mica dobbiamo offenderci a vicenda! Ognuno la pensa come vuole.Ma una cosa è certa: QUESTA INFLUENZA NON DEVE FARCI LITIGARE!!!!! Va Bene?????????? Non devi aggredirlo così!..

  37. si scusate il mio linguaggio da sms ma io sto su messenger in contemporanea e mi viene difficile!!!!

    Babil:comunque se tu vai a scuola cn l’influenza ti licenziano!!! però non e che devi andare a scuola con l’influenza perche gliela devi mettere in quel posto alla gelmini perche poi le conseguenze le pagano gli alunni e gli alunni non hanno colpa … anzi(odio le persone che non pensano alle conseguenze e che sono cs egoiste)

  38. Nih@l scrive:

    Ha ragione Tawara però!!! In italano per favore!!!
    Anche io ho un raffreddore bestiale, mal di gola, anche un po’di febbre..
    ATTENTI CHE VE LA PASSO VIA INTERNET!!! aH aH aH aH!!! Ma non ho la suina.. È ovvio che con questi balzi di temperatura si inizi ad avere il raffreddore.. No??
    D’accordo.. La “febbre dei maiali” c’è.. Ma non dobbiamo farla sembrare come la febbre rossa delle guerre del mondo emerso della cara Licia!!!

  39. da me a scuola in questi gg tanti hanno avuto febbre , tosse raffreddore mal di gola…. allora tt qll k mancavano + di 3 gg pensavamo k aveva la suina!!!xk in effetti ho 1 po paura di prenderla :-s
    io di sta influenza lo sentita al telegiornale… xk di giornali nn leggo nnt!!!

  40. Tawara scrive:

    Babil: scusa se mi permetto, è vero che stai lavorando, ma la salute è più importante, se a te non importa più di tanto e riesci a lavorare bene lo stesso pace, ma pensa ad un eventuale contagio dei tuoi alunni XD poverini XDXDXD a me una volta è successo di essere contagiata da una prof, una settimana di febbre a casa con mia nonna che telefonava ogni 3 x 2 che rottura u_u…

    Signora Oscura: del Friuli c’è anche Piccola Scrittrice, si potrebbe unire a voi…

    Nanna: quoto per la domanda…

    Puffoladolceamara: anche io qualche tempo fa ero ipocondriaca, credevo di avere l’aviaria XD

    Luca: concordo.

    (= lasdivinasthebest =): please scrivi in italiano XD le ritardate come me devono tradurre il linguaggio sms ed io sono piuttosto imbranata…

  41. daftins scrive:

    Ragazzi la PANINI fa riuscire il fumetto di Licia…ma lei lo sa?Ecco il sito con la data di uscita!
    http://www.paninicomics.it/web/guest/productDetail?viewItem=599726

  42. nanna scrive:

    secondo me più si parla di malatie più si pensa di averle. cmq domanda ricorente: quando nasce irene?!?!?

  43. Nih@l scrive:

    Bravo!!! Hai ragione! Al diavolo questa pandemia!

  44. Luca scrive:

    Non è “Spaventa e Comanda”..è SPAVENTA E GUADAGNA.
    Il virus H1N1 è un enorme Granchio preso dall’OMS qualche mese fa.
    Si credeva di aver scoperto la nuova Spagnola…in realtà non era altro che un’influenza classica…ma oramai i giochi erano fatti: vaccini commissionati, multinazionali farmaceutiche con spese miliardarie da ripagare…e allora cosa c’è di meglio di dichiarare il virus come rischio PANDEMICO?!?!?
    si diceva in Messico 1800 morti in poche settimane…ne sono morti 200 per il virus, e 180 perché affetti da altre patologie…però in tutto il mondo.
    Quando è scoppiato il caso del ragazzo di Monza, in Italia c’erano già stati 2000 casi di influenza A…2000!!! Ma guarda caso quando se ne parla? Quando qualcuno sta male!
    La colpa non è solo dell’OMS ma è dei Giornali…se magari riuscissero a fare davvero il loro mestiere!
    Non puoi prima creare il panico con titolo a corpo 36 sulle prime pagine e poi in un trafiletto a corpo 8 a pagina 16 dire che non ci sono pericoli…è la corsa a creare panico…così si vendono medicine, si vendono vaccini, e si vendono giornali…e tutti ci guadagnano!

  45. Puffadolceamara scrive:

    A me mi stanno facendo diventare matta,c è chi dice che è una banale influenza e c è chi dice che a lungo andare sia pericolosa.1 settimana fa sono stata male per un indigestione,e mentre ero a letto a leggere delle riviste mi è capitata una in mano,che spiegava i sintomi dell’influenza H1N1,inutile dire che mi sono oltremodo spaventata,avevo tutti i sintomi (o cosi mi sembrava)temevo di diventare pazza!!!!L’ho detto a mia mamma e mi ha detto che mi stavo fissando troppo!!Ma cmq avevo anche la febbre a 39 e mezzo!!! :S
    Per farla breve tempo 3 giorni e mi è passato tutto quanto :D !!!!SpaveNTAta per niente.

    PS:Qualcuno di Napoli mi aiuta a convincere Licia(dopo la nascita di irene o prima) a venire un pò qui???

    pleaseeee

    ciaooooooooooo!!

    puffadolceamara e disperata XD

  46. Valberici scrive:

    Babil: incrocio tutto l’incrociabile :)

  47. Babil scrive:

    Val: io una volta per non perdere una supplenza sono andato a scuola (ed ho insegnato) con la febbre a 39 e passa, tra l’altro ad un’ora di macchina da casa mia lungo una strada di campagna piena di curve.
    Se in quel momento sto lavorando (ancora non mi hanno chiamato, incrociamo le dita…), anche se avessi la famigerata influenza col cavolo che me ne resto a casa, in culo alla Gelmini.

  48. michy18 scrive:

    Anchio sono del friuli, vieni anche qua appena puoi(anche se c’è tanta strada ti progo vieni)!!!!

  49. SiGnOrA OsCuRa scrive:

    xNih@l: anche te del fvg! licia, siamo in due che ti vogliamo qui! vieni un po’ da noi!

    • Licia scrive:

      Signora Oscura: scusami, ma il tuo commento mi sembra quanto meno inappropriato. Ti pregherei di mostrare un po’ più di rispetto quando parli di queste cose, visto che film e vita vera in questi casi non hanno assolutamente alcun punto di contatto.

  50. SiGnOrA OsCuRa scrive:

    wow che profonda! :) io adoro queste cose di terremoti, morti, sangue – appunto, claymore è bellissimo! *.* – etc. infatti andrò a vedere 2012 al cinema tanto per aumentare il mio tasso di “desiderio catastrofico/apocalittico” ma intendiamoci, mi piacciono finché rimangono finte… sono belle da vedere, tutto il caos e il disio, con un po’ di effetti speciali, ma quando vedi la disperazione ti vien da paingere sul serio.

  51. Nih@l scrive:

    Scusa Licia.. Non lo dirò più… Perdonami.

  52. Nih@l scrive:

    È-UNA-NORMALE-INFLUENZA! Ci sono solo delle complicazioni per chi ha già un altro problema!!! Non è una cosa della quale preoccuparsi.. Secondo me.. Poi ognuno la pensa come vuole.

    Licia!!! Dopo la nascita di Irene,ti voglio in Friuli!!! Ciao!

  53. elfo98 scrive:

    è vero che bellina la campanellina! La pesciolina sarà di certo affascinata dal suo suono! Si questa cosa dell’influenza ke vogliono spaventare è proprio vera, lo fanno solo x far soldi!!! I soliti casini della politica, ke schifo!!!

  54. scs se ho scritto sl 1 cacatina di coomento prima ma ero di fretta cmq …nn vedo l’ora k esce tt la tua trilogia completa e la pentalogia della ragazza drago….cmq nn e k ce influenza suina qui ce in giro febbre tosse e raffreddore… io ho la tosse e il raffreddore k sfifo altro k febbre suina.. io cmq nn vedo l’ora k qst tempo freddo e caldo finisca xk mi ha proprio rotto gg mi sn messa in pantaloncini sopra il ginocchio a scl faceva 1 caldoo
    io negli appennini nn ci sono mai stata io sn stata in sila….a madesimo…a livigno….a trento… bolzano..qui sn andata in montagna xk mi e piu vicina
    dell’aquila nn so nnt fortuna te k ce l’hai a 1 ora ki macchina io ce lo a 6 ore almeno!!!!!!
    il secondo post nn ci ho capito nnt scste ma di politika capire 0

  55. Alissa_Nihal_Dubhe_Adhara scrive:

    Che carina la campanellina! Alla Pesciolina piacerà di sicuro!!!

    Hai ragione,questa pandemia sta preoccupando troppo. A scuola la mia prof dice che se abbiamo la tosse dobbiamo venire con la mascherina o lavarci ogni volta che starnutiamo le mani!! Ma è inutile.. tanto non c’è il sapone.. ihih. Comunque si stanno preoccupando troppo, insomma è una nuova influenza, però è sempre un influenza. Mah..

    Ma perchè dici che sarà la tua ultima apparizione in pubblico??? Dici durante la tua gravidanza o per sempre ???? :(

    Bacionissimi!!!!!

  56. nanna scrive:

    post 1: ottimi pensieri
    post 2: nn ho capito molto bn
    post 3: tanti complessi x febre ed altri sintomi boo!
    comunque se licia dice noi fan concordiamo sempre(o quasi ;])
    io se mi prendo l’influenza finisco male, i medicinali mi danno alla testa e sembra ke mi so fumata ki sa ke cosa!!xdxd
    sto sclerando =,[

  57. Tawara scrive:

    Comunque nn mi sembra così pericolosa come malattia XD

  58. Tawara scrive:

    Giulia: sai che sinceramente non ho capito cosa c’entri il tuo primo commento? o.o sarò io un po’ in letargo ultimamente… XD
    Licia è bellissimo che tu (& Irene XD) sia andata a L’Aquila, dev’essere stato fantastico… uffi mi sa che vivendo a Castelleone non potrò proprio mai vederti, questa è autentica sfigation… T_T bwahahahahah io voglio incontrartiiiii ._. cmq, bella la campanellina…
    La recensione a me sembra ben fatta e normale non capisco ancora il motivo della querela o.O
    Allora, io ormai la chiamo la Peste Suina, con le maiuscole perchè fa più charme, e ti dico una cosa. Qualche mese fa mio papà stava leggendo “Breve storia di (quasi) tutto” che è un libro pubblicato nel 2006 e avevano già praticamente scritto che ci sarebbe stata questa epidemia. Non solo: che probabilmente sarebbe partita da maiali o altri animali simili, e che era già diffusa anni prima. Vedi tu XD

  59. Giulia scrive:

    Un momento… Licia, ma mi hai tagliato fuori un pezzo del commento di prima?

  60. Giulia scrive:

    Mad dog: ma una domanda: se mangi gli umani, i viruse che sono dentro di essi si trasferiscono da te oppure li digerisci prima che possano fare qualcosa?

  61. Giulia scrive:

    Scusa, ma sono davanti al libro di aritmetica e non ho perso tempo a tradurre il modulo e non potuto nemmeno leggere nient’altro. Per far capire a tutti chi fossi tu, ho fatto un disegnino sul libro di grammatica che ti rappresentava. Il commento è stato il solito di tutti quelli che non ti conoscono (te lo diro solo, o meglio se, prima o poi saremo più in confidenza, per lo stesso motivo di prima.). Invece una è rimasta scioccata quando sul pullman ho tirato il libro. Mi ha chiesto con aria diusgustata in volto: “Tu leggi?” Poi ha agginto: “Ma te lo leggi tutto quello?”.
    Io ho risposto candidamente: “Oh sì, l’ho letto due volte!”.
    Lei ha fatto una smorfia da far paura e ha mormorato: “Io ODIO leggere…”
    Okay, finiamola, altrimenti veramente mi prendi a pizze.

  62. NIHAL scrive:

    la campanellina è proprio carina!!!

  63. Mad Dog scrive:

    @val: siete fissati con ‘sta pandemia… o uno si sbaglia e rilascia per errore un virus sconosciuto e tutti a gridare pandemia solo per farlo imbarazzare…

  64. Valberici scrive:

    Mariastella, che iddio sempre la conservi, ha emanato un circolare assieme al suo quasi collega Ferruccio.
    La circolare dice: “Gli studenti e il personale scolastico che manifestino febbre o sindrome simil-influenzale
    (generalmente febbre, tosse, mal di gola, dolori muscolari e articolari, brividi, debolezza, malessere
    generale e, a volte, vomito e/o diarrea) devono responsabilmente rimanere a casa nel proprio ed altrui interesse, ed è consigliabile contattare il proprio medico o pediatra di famiglia, quando i
    sintomi persistono o si aggravano”.

    Ieri una mia amica, che lavora in una segreteria scolastica, aveva un po’ di febbre, mal di gola e dolori muscolari.
    Le ho chiesto come mai non stava a casa.
    Mi ha risposto che non se la sente perchè come precaria ha solo un mese di malattia pagato intero, in più perderebbe il compenso accessorio (legge Brunetta).
    Eppure mi è sempre sembrata, e mi sembra tutt’ora, una persona responsabile.
    Non è che in occasione di una così terribilissima pandemia sarebbe stato necessario rivedere le norme sulla malattia?
    O forse la terribilissima pandemia è tale solo su circolari, poster, media assortiti e contratti con le industrie produttrici dei vaccini?

  65. Puffadolceamara scrive:

    :@ la voglio pure io la dedica! Uffa.su tutti e 5 i libri.:(

  66. Puffadolceamara scrive:

    Licia ma quando sarai un pò dalle parti di Napoli?? solo perchè non sono di Roma non ho diritto a essere presente ad una tua presentazione????? che cattiveria!!!!!!!!

    Comunque carina la campanella :D

    ps:Ci vuole coraggio per ricominciare a vivere dal niente!!!!!!

  67. Nih@l scrive:

    Licia… Devi venire anche in Fruli però… Lo sai che farei carte false per avere una tua dedica!?!
    Che bella la campanella!! (ho fatto la rima..)

  68. Alessandra Love Learco scrive:

    Licia, sono state due ore stupende per tutti. Davvero, i miei complimenti. Sei riuscita a sciogliere la lingua a tutti, anche a quelli che non aprirebbero bocca neppure sotto tortura! Una dote rara =P
    PS: Grazie ancora per la dedica sul libro =)

    tu c’eri??? fortunato…

    cmq bellissima la campanellina x Irene!!
    io di queste cose nn ci capisco nulla e non so cosa dire quindi la parola a voi! XD

  69. LucaCP scrive:

    Licia, sono state due ore stupende per tutti. Davvero, i miei complimenti. Sei riuscita a sciogliere la lingua a tutti, anche a quelli che non aprirebbero bocca neppure sotto tortura! Una dote rara =P

    PS: Grazie ancora per la dedica sul libro =)

  70. valentina scrive:

    ciao licia, molto off topic: sono venuta solo a sbirciare come procede la gravidanza, super in bocca al lupo e consolati per la dieta, almeno non prenderai troppo peso ;-) Io sono diventata mamma il 28 agosto e da 1 mese vivo beata nel mondo delle neo-mamme rimbecillite felici che guardano la loro creatura come fosse l’unica neonata al mondo. é bellissimo! tanti in bocca al lupo

  71. melusina scrive:

    Qualcosa di simile a Loredana Lipperini accade a Milena Gabanelli (quella di Report per intenderci): in Italia c’é il vizio di querelare chiunque e comunque perchè rispetto ad altri paesi non costa niente se l’accusa dovesse rivelarsi infondata!
    Un altro bello strumento di intimidazione in mano agli arroganti.

    http://www.corriere.it/cronache/09_settembre_29/lettera-gabanelli-milena-gabanelli_9d055306-acbd-11de-a07d-00144f02aabc.shtml

  72. si k sana la campenella !!!

  73. ianel scrive:

    Che bella la campanellina! Mi piace tanto tanto!!