Due segnalazioni

Innanzitutto, una segnalazione: su Linus di questa settimana c’è una mia intervista. È una cosa particolare, si parla della mia infanzia, per cui dentro ci troverete cose che non solo non ho mai detto in alcuna altra intervista, ma che da tempo non riportavo alla memoria. Confido che vi divertirete a leggere come mi sono divertita io a scrivere. Per altro, è corredata da un’illustrazione a dir poco meravigliosa. Vedrete, vedrete :)
Secondo poi, qualche sera fa a Tatami è stato intervistato Christian. Nella diretta è però saltata (diciamo così…) una parte piuttosto importante. Ora, la rete non è Raitre, ma io direi di diffondere ugualmente urbi et orbi quella parte lì. È una citazione di Francesco Cossiga:

«[Il ministro dell'Interno] dovrebbe fare come feci io quand’ero ministro dell’Interno, ovvero [...] infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giornii manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città…
Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri»

Siccome uno potrebbe anche non crederci che un ex rappresentante delle istituzioni se ne esca così, vi segnalo la fonte. Ecco. Poi, ognuno tragga le sue conseguenze e rifletta bene su quel che è stato a Genova.

23

23 risposte a Due segnalazioni

  1. vale scrive:

    ciao sono una grande fan tua!!! volevo chiederti quando usciranno il 3°volume delle leggende del mondo emerso e il terzo della ragazza drago???grazie ancora…vale

  2. LambeAndoLambe scrive:

    Sono MESI da quando ho scritto l’ultima volta!! Mesi in cui sono capitate tante cose: dicembre che, con il “carico” di feste che si porta dietro, per un musicista (grazie a Dio) è sempre impegnato, il II anno del mio pesantissimo corso A077 è partito a tappe forzate, ma nonostante questo sono anche riuscito a trovare il modo di leggere “Figlia del sangue”… Molto bello, non ha deluso le aspettative del primo capitolo, pur avendo perso un po’ della “coralità” (che mi aveva letteralmente inghiottito nella vicenda) de “Il destino di Adhara”. Inoltre, essendo abbastanza più corto rispetto al “solito” sono riuscito a finirlo in tempi ragionevoli (soprattutto sfruttando un viaggio EurostarAV per e da Roma!).
    Chiedo scusa per questa deviazione, ma era dovuta!
    Torno all’argomento…
    Leggendo l’intervento di Cossiga, in un primo tempo, ho pensato solo che il buon vecchio Presidente ne aveva sparata una un po’ grossa… Però in parte mi sono ricreduto quando ho letto l’intera intervista (la fonte che ha indicato Licia). Il contesto in cui è inserita lo condivido: il pericolo di una nuova deriva terroristica di matrice universitaria e brigatista è reale, non illudiamoci che il palmare della Lioce ci abbia risolto i problemi, smascherando tutta una frangia eversiva. Purtroppo è verissimo, come dice Cossiga, che ci sono professori che operano in maniera molto discutibile sul fatto di aizzare gli studenti alla “lotta” (diciamo così per essere sintetici). Inviterei inoltre a riflettere che Cossiga ha vissuto in prima persona due quasi-guerre civili da rappresentante del governo: sia i terribili anni dal ’46 al ’50, in cui si è decisa la sorte dell’Italia (fortemente “desiderata” da quel sant’uomo di “Peppone” Stalin), sia i cupi anni degli scontri (terroristici e non solo) fra rossi e neri e contro lo Stato (cui fa in particolare riferimento nell’intervista). Sì, “ricetta democratica”: forse molti pensano che democrazia sia fare quel cavolo che si vuole… Talvolta la democrazia deve imporsi per la sua credibilità e per un bene che va oltre al singolo interesse dei cittadini. Cito un esempio: in Campania nessuno vuole i rifiuti per le strade, tutti sono d’accordo sulla necessità di smaltirli (> inceneritore), però vedi un po’ se riesci a trovare un posto in cui vada bene metterlo questo inceneritore!! E così avanti ad accumulare rifiuti, a utilizzare vecchi inceneritori di second’ordine che scaricano diossina… E se arrivano le ruspe per preparare il terreno all’impianto, TUTTI ALL’ATTACCO (se c’è la polizia, meglio, così un po’ di sangue per drammatizzare la rappresentazione si riesce sempre a rimediare; sì, questa è un po’ forte, ma forse non è così lontana dalla realtà).
    Poi, scusate se sono diretto, ma i no-global e i black-block a Genova non sono sati propri dei santi… e bisognerebbe che TUTTI i carabinieri e i poliziotti che hanno partecipato agli scontri a Genova scrivessero un loro libro su quello che è avvenuto, su come ogni giorno fossero esposti al rischio di prendersi una spranga in testa in cambio di un misero stipendi statale…
    Intanto i nomi di Giuliani e di Sandri continuano ad essere ricordati come vittime della repressione… Quanti di voi ricordano il nome di quel poliziotto ucciso a Messina da tifosi che non esito a definire criminali un paio di anni fa?
    A me non preoccupano più di tanto le dichiarazioni del vecchio Francesco… avete capito che in parte le condivido (non che io sia “giustificazionista” nei confronti degli abusi di potere, intendiamoci, ma su questo ci sono delle inchieste che devono stabilire le responsabilità e non voglio andare oltre). A me preoccupa molto di più il fatto che, tutto sommato sotto silenzio, in Italia si stia compiendo un attacco alla cultura tramite l’istruzione. E qui non vorrei parlare dei tanto sbandierati tagli alla scuola (se siamo bravi in qualcosa, noi Italiani, è proprio nell’arrangiarci anche con risorse limitate). Parlo della riforma (già approvata) della scuola secondaria di secondo grado (vecchie “superiori”)…
    Come musicista sono particolarmente toccato da quel che sta succedendo, e se Licia me lo permetterà vorrei, prossimamente, indicare il link per una petizione che si sta muovendo in proposito…

    Scusate se sono il solito che scrive poemi… Lo faccio per cercare di essere esaustivo.

  3. Lele24 scrive:

    Ciao Licia,
    Perchè non cerchi in qualche modo di venire alla Giunti di Vignate (Milano)
    è uno dei miei più grandi desideri vederti!! SEI IL MIO MITOO!!! Ti Adoro!

  4. ponk scrive:

    Certo Licia, usa pure l’immagine come vuoi. E graz e tutti!

  5. Alissa scrive:

    Ahah grande l’immagine Licia Dubhesca!! Beh, credo che andro’ subito a comprarmi Linus….

    Mamma mia che dichiarazione sconvolgente… non so che pensare!!

  6. Valberici scrive:

    Bella l’illustrazione :)

  7. Egle scrive:

    Anche se non avessi già letto tempo fa l’intervista di Cossiga non mi stupirei più di tanto. Si tratta pur sempre di QUEL Cossiga. E noi ci troviamo pur sempre nell’Italia in cui i politici in prima persona attaccano studenti manifestanti a pugni e insulti (http://www.infoaut.org/torino/articolo/la-gelmini-visita-torino-londa-la-vuole-contestare-an-e-polizia-aggrediscono-gli-studenti/)
    “Questa è la ricetta democratica”.. davvero non male come concetto di democrazia!

  8. ire96 scrive:

    P.S: l’immagine di licia dubhesca è davvero geniale e simpatica :) ;)

  9. ire96 scrive:

    Accidenti…lasciatemelo dire: cossiga ha detto una cazzata. Penso ke l’italia stia andando in malora malgrado le sue bellezze e la sua cultura. Credo che alcuni politici siano corrotti e che farebbero di tutto per aggiungere dei soldi a quei milioni ke già prendono. Io sinceramente non ho mai capito molto di politica, ma sono certa che sono ben pochi i politici che prendono a cuore sul serio il bene del popolo…dove stiamo finendo?!? qualche volta ho preso in considerazione di diventare un politico, ma ho paura di diventare una testa di quiz come certi di loro…
    cmq sono curiosa di leggere della tua infanzia quindi credo che andrò in edicola il prima possibile!!! :)

  10. mimi scrive:

    Vado a prendere Linus! ;)

  11. fede scrive:

    ho letto tutte le saghe sul mondo emerso ma quella che mi è piaciuta di più è la prima saga.
    leggende del mondo emerso però secondo me è un pò tragico,ma mi piace molto comunque.
    ho letto anche i primi due volumi de”LA RAGAZZA DRAGO”.
    anchio da adulta voglio fare la scrittrice!
    continua cosi LICIA!!

  12. eleas scrive:

    Kossiga non per nulla…

  13. Ciao Licia, ho condiviso su facebook…che vergogna…L’Italia…

  14. ponk scrive:

    Grazie Licia, molto contento che ti sia piaciuta l’illustrazia. chi vuole la trova online sul mio blog. un saluto e buon lavoro ;-)

  15. Namy scrive:

    dichiarazioni sconvolgenti.. che vergogna.. ma cossiga è un mafioso..lo sanno tutti ..fin dai tempi di craxi..
    cmq volevo farti i complimenti per i tuoi libri,Licia, sei davvero fantastica..mi sto apprestando a leggere le guerre del mondo emerso.. un bacione:-)

  16. meldaur scrive:

    purtroppo la dichiarazione la conoscevo, e sui giornali stranieri, principalmente fracesi e tedeschi sono anche state pubblicate delle foto che mostrano dei “black block” che uscivano da una caserma dei carabinieri.
    cosa ammessa dalle forze dell’ordine, dicendo che era per infiltrarsi nei black block e neutralizzarli prima che entrassero in azione.
    cosa che non è successa, anzi.
    i dubbi vengono sopratutto quando si vedono le foto, gli infiltrati erano armati di spranghe eccetera.

  17. viola scrive:

    Bene! Mi metto subito a leggere Linus!

  18. gabriella scrive:

    Purtroppo invece non è difficle crederci…

  19. Fabio scrive:

    Ciao. Non conosco Linus, che giornale è?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>