Ritorno

E poi arriva quel periodo dell’anno in cui la nostalgia diventa qualcosa di concreto, sospesa tra gola e stomaco. Quando arriva quel momento, c’è una cosa sola da fare: fare le valige e partire, anche solo per qualche giorno, anche per una passeggiata appena. La mia dose annuale di Germania.
Sì, torno a Monaco. Per qualche giorno, non credo più di due.
Ho cercato di spiegarvi cos’è per me Monaco ne La Clessidra di Aldibah. Mentre scrivevo ad un certo punto ho avuto paura che il libro stesse diventando una specie di gigantesco depliant turistico della città. Perché il terzo de La Ragazza Drago è un unico atto d’amore per un posto che mi ha dato così tanto in questi anni, dal primo incontro, a sedici anni, in gita scolastica, alle innumerevoli volte in cui ci sono stata, dopo. Ieri sera ho iniziato a guardare gli alberghi per la prenotazione e già mi sentivo addosso una frenesia strana, una voglia di iniziare subito il conto alla rovescia.
Per altro, stavolta ci sono due grossi incentivi. Il primo è Irene. In verità, l’ultima volta che sono stata da quelle parti (era per un congresso un anno fa) lei già c’era; era piccola piccola nella mia pancia ma c’era. Ma il desiderio di farle vedere il posto che mamma e papà amano così tanto, in cui in un certo qual modo tutto è iniziato (Monaco è stata la mia prima esperienza di convivenza) è davvero forte. Anche se è ancora piccola e non ricorderà quei pochi giorni. Io so che tutto quel che sta avvenendo adesso lascia in lei tracce, che quel che vede, tocca e sente contribuisce a far di lei la persona che sarà, e io voglio che Monaco sia parte di lei.
E poi adesso ho la reflex, e non mi annoio più a fare fotografie.
L’ultimo giorno da cittadina di Monaco, il 13 febbraio 2006, nevicava. Io uscii lo stesso con la compatta che avevo all’epoca per fare qualche foto. Le ultime della città. Volevo che mi entrasse negli occhi, volevo che restasse con me anche quando il giorno dopo, in mattinata, avrei varcato la frontiera. Ma ne feci poche, e alla fine mi rimase solo l’immagine delle torri della Frauenkirche sotto la neve.
Adesso vado in giro spesso con la reflex, e faccio miliardi di foto, nella remota speranza di riuscire a farne prima o poi di decenti. Ma anche se sono negata, mi sembra di aver capito una cosa: che fotografare vuol dire mostrare le cose non per come sono, ma per come le vediamo. Sarà per questo che in genere le uniche foto che mi soddisfano sono quelle delle persone che mi sono care: Giuliano, Irene, i miei genitori, gli amici.
Ecco, voglio immortalare Monaco per come la sento, quel posto che esiste solo nel mio cuore, che forse davvero non è mai esistito, ma che vive in me giorno e notte. Fino a quando un giorno non mi alzo, e sento che devo tornare. Di nuovo.

P.S.
Già che siamo in tema Ragazza Drago, mi segnalo questa recensione, che mi piace assai. Poi, vabbeh, arrivo con eoni di ritardo, ma mi piace assai anche quest’altra, ma vabbeh, siamo anche un po’ off topic così :P

16

16 risposte a Ritorno

  1. Massimiliano scrive:

    Cara Licia,
    mi ricordavo che Monaco ti era rimasta nel cuore perché ne avevi parlato in qualche tuo post tempo fa, e allora sono tornato sul blog per dare un’occhiata. Ho un colloquio di lavoro in quella città la prossima settimana. Se dovesse andar bene mi ritroverei a dover scegliere se trasferirmi di nuovo in un altro paese straniero..Mi fa piacere leggere delle parole entusiaste sulla città, vado piu’ tranquillo.
    Poi si vedrà..:-)

  2. dubhe and nihal scrive:

    buone vacanze,allora!!!! io sono stata in Germania, a Berlino,e mi sono ripromessa di non andarci mai e poi mai +… ci hanno trattati a pesci in faccia…ci stavano costringendo a mangiare un panino con una vomitevole salsa invece che un semplice panino pane e prociutto(se si scrive così,mi sono sempre confusa…) e poi avevamo chiesto delle patatine fritte e ,sia i camerieri sia i clienti,a ridere di noi…

  3. Woopy scrive:

    Mai stata in Germania, ma mi piacerebbe tanto visitarla :D
    Buone vacanze Licia!!
    ^^

  4. Ale scrive:

    io nn sn mai stata a Monaco ma mi piacerebbe visitarle ;)
    buone vacanze!!! xD

  5. Ale scrive:

    buone vacanze!!! xD

  6. Paola scrive:

    Io non mi sono mai innamorata di un luogo fisico per il luogo. Sono innamorata adesso dell’Umbria, specialmente della mia città,ma non per il luogo o quello che mi trasmette ma per quello che ho trovato e che mi ha aiutato per me anche se ci vivo solo da 5 anni è questa la mia casa ma se dovessi andare in Alaska e porterei con me i miei due amori (marito e figlia) anche quella diventerebbe la mia casa immediatamente per me sono loro la mia casa ovunque si trovino.
    Comunque buona vacanza a te a tuo marito e alla piccola Irene

  7. Francesco scrive:

    Buone vacanze, allora! :)
    Anch’ io quest’ anno dovevo andare in Germania, ma poi c’è stato un imprevisto e non ci sono andato più. :( Sarà per un’ altra volta…

    P.S.: aspetto con ansia le foto di Monaco! Poi non capisco perchè dici di essere negata a fotografare, le foto che hai messo nei post precedenti sono belle! ;)

    Ciao!

  8. Nihal95 scrive:

    Wow Licia, che post splendido! Sei riuscita a trasmettermi le tue emozioni.. giuro che mi sono venuti i brividi leggendolo… Non ho letto la Ragazza Drago, perchè ti ho scoperta da pochi mesi, che ho occupato leggendo tutti i libri sul Mondo Emerso, ma non vedo l’ora di farlo! Non sono mai uscita dall’Italia, nè mi sento particolarmente legata ad alcuna città, ma il mio sogno è quello di viaggiare e vedere il mondo, che ospita così tanti popoli e culture, così tante lingue e tradizioni. Forse mi legherò a una città, magari Praga, che sento mia dopo aver letto “Le Carovane del Tempo”, di Vanna de Angelis. O forse Monaco, che già so che quando leggerò il 3° libro della Ragazza Drago mi apparterrà. Ora che ci penso sono legata a un posto, anzi, due. Il primo è Misano,dove ogni anno trascorro le vacanze e il suo mare mi appartiene. Ogni volta che torno mi trasmette le emozioni forti della prima volta. Non ha un mare particolare, ma sento di appartenergli, di essere sua. Il secondo posto si trova poco distante da Perugia, è un monte, Monte Malbe. Lì, passeggiando tra i suoi sentieri, riesco a percepire la natura, riesce a penetrarmi dentro. E’ difficle da spiegare, ma anche qui io sento di appartenere a quelle piante, a quei fiori, a quell’aria fresca e pura. Ed ecco come sono, eternamente combattuta tra la terra e il mare. Sarò una mezzosangue? ;-)

  9. Gre scrive:

    Buone vacnze a Monaco, divertiti tanto Licia e….portane un pochino anche a me :) )

  10. ermetiko scrive:

    @val, sei il solito caustico

  11. Ally scrive:

    CIAO LICIA, A QUANTO VEDO MONACO TI PIACE DAVVERO. TI AUGURO UNA BUONA VACANZA! ;)

  12. Valberici scrive:

    Spero che Monaco ti sia d’ispirazione :)

  13. Paola scrive:

    La Germania è un posto magico anche per me, che l’ho scoperta da poco e amata immediatamente.
    Sarà che amo i luoghi del nord, sarà che ci ho vissuto giorni speciali.
    Credo che una città entri nel cuore per come la si vive, per quelli con cui la viviamo, oltre che per un’empatia strana, irrazionale, che si può provare per essa.
    A me accade ogni volta che torno a Tokyo o che immagino di tornare nelle brughiere del Galles… ci sono luoghi che entrano nel cuore e diventano posti in cui la nostra anima si sente a casa. Auguro a te, a Giuliano e alla tua piccola di godervi la bellezza di Monaco, di cuore!

  14. Zerio scrive:

    Io a Monaco non sono mai stato, ma da come veniva descritta nel libro della ragazza drago mi ha ispirato parecchio ^^

  15. Fabio scrive:

    Bellissime le recensioni di Eleas… La mia preferita è quella su Harry Potter e il principe mezzosangue :)

  16. axelander scrive:

    Primo commento oggi. Comunque buone vacanze anche se per pochi giorni. Io in germania non ci sono mai stato ma mi piacerebbe andarci prima o poi. Sicuramente troverai un clima più fresco rispetto a qui.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>