Matera

Debiti
La prima cosa che bisogna fare è riconoscere i propri debiti. Io ne ho accumulato una pila altissima. Nei confronti di chi mi ha accompagnata e sta continuando a farlo in questa avventura della scrittura, a tutti i miei lettori, che si limitino a leggere le mie storie o mi cerchino, mi parlino. E mi facciano dei regali. A Matera ne ho ricevuti due, bellissimi. Uno è uno splendido draghetto per la mia collezione, l’altro è un meraviglioso portafoto che è stato realizzato a mano. Non vedo l’ora di stampare una bella foto di Irene e Giuliano e mettercela su.
Grazie, ragazzi, grazie tantissimo. Il segno tangibile di quanto le mie storie vi appassionino è in assoluto la gratificazione più forte per me.



Il premio

In genere, io cerco sempre di sminuire tutto. Il successo, gli attestati di stima, le cose che vanno bene. Forse mi serve, non lo so. Vivo come se tutte queste cose non ci fossero, cercando di sminuire tutto quello che faccio. Non è che mi ci impegni. Mi viene naturale. È il mio modo di essere. Non c’è prova che possa convincermi del mio valore, perché comunque c’è sempre chi è migliore di me, c’è sempre una ragione per cui quello che faccio non va bene.
Eppure, sotto il freddo di una serata decisamente autunnale, seduta in prima fila in attesa del premio, per qualche minuto sono stata orgogliosa. Non so come sia successo, nonostante tutti i miei tentativi di boicottarmi anche questo momento. Eppure ero contenta. Lo sono stata quando sono salita sul palco, lo sono ancora quando apro la custodia della collana e la guardo. Poi, certo, le solite paranoie sono tornate a trovarmi quasi subito: la preoccupazione per i progetti a venire, la paura che tutto questo possa finire da un momento all’altro, le miriadi di piccole ansie che avvelenano le mie giornate. Ma a volte bastano anche quei dieci minuti in cui sei soddisfatta, a farti tirare avanti per un anno intero di sessioni pianti, insicurezze e fatica.



Matera

Matera è un posto difficile da descrivere. È difficile persino da fotografare. Sfugge alle definizioni, sguscia via tra uno scatto e l’altro, tra parola e parola. Bisogna andarci. Per godere il silenzio assorto, che vibra però di continuo, agitato da una vita sotterranea, come sotterranei sono i Sassi. Una città in cui mattone e pietra si compenetrano, in cui è impossibile capire dove finisca una e dove cominci l’altro. Case che entrano l’una nell’altra, una sopra l’altra, connesse da vicoli e scale tortuose, come in quadro di Escher. E anche le zone disabitate, punteggiate dal verde della cicoria che cresce tra lastra e lastra, sull’impiantito, risuonano di un silenzio trattenuto, come se la vita non fosse davvero scomparsa, ma si fosse nascosta più a fondo, sottoterra.
È un posto unico al mondo, che va attraversato in silenzio, assorti, in modo da catturarne la bellezza selvaggia, caotica, che sfugge a ogni definizione.
Devo tornarci. Sono riuscita solo a fare una passeggiata il pomeriggio, e invece sento che ha tantissimo da darmi. Sento che uscirà fuori in quel che scriverò in futuro, in un modo o nell’altro. In fin dei conti, Matera è un po’ come Minas Tirith.

32 Tags: , , , , ,

32 risposte a Matera

  1. Il Teo scrive:

    Ciao Licia, sono la svampito amico di Silvia! Sono davvero contento che Matera ti sia piaciuta…e ancora di più che tu l’abbia paragonata a Minas Tirith *-*
    Se tornerai a Matera faccelo sapere, perchè hai visto bene, in un pomeriggio non si può vedere molto…io in 16 anni continuo a scoprire nuovi luoghi nei Sassi, da grotte a vicoli…a tutto! Ti aspettiamo! Un salutone alla piccola! =)

  2. Giuseppe scrive:

    volevo dire premiazione…

  3. Giuseppe scrive:

    Guarda, se io fossi un turista in cerca di una qualsiasi meta per un ipotetico viaggio, sceglierei Matera per la tua descrizione… La fai sembrare una città mille volte meglio di Roma, di Milano, di Torino e altre!!
    P.S. Perchè? Non lo è? Mi dispiace molto per non essere venuto alla presentazione, dato che avevo l’occasione più che mai: pullman, 100 metri a piedi e… et voilà! Destinazione raggiunta!

  4. La Dragonessa color zaffiro scrive:

    che bella matera dalle tue foto… i debiti si pagheranno prima di morire vedrai! il draghetto e il portafoto sono carinissimi. Se per essere felice ti devi sminuire fa pure, a noi ci piaci così

  5. Gaia** dell'Intervista scrive:

    Licia, tu DEVI sentirti orgogliosa!! Te lo meriti!! Non farti troppe paranoie, mi raccomando :D

  6. Kikka scrive:

    Complimenti per il premio! ;) comunque Matera è davvero bella,ci sono andata parecchie volte, abitando in Basilicata! ;) comunque belle foto! ^_^

  7. I love MondoEmerso scrive:

    Licia, la tua si chiama umiltà. complimenti

  8. Alessia scrive:

    Bellissimo il portafoto e il drago! Vorrei tanto averne uno! Licia, ma non è che oltre che essere la più brava scrittrice dell’universo ora diventerai anche la maga delle fotografie? Comunque complimenti vivissimi per il premio! Sono molto sicura che te lo sei meritato!
    PS Ti consiglio Lucca x un week-end, potresti venire con Giuliano e Irene a fare un bel giro sulle mura romane (se non ci sei già stata). Che ne dici? Comunque non vedo l’ora che sia il 31 ottobre!!!!!!!!
    PPS A proposito, come sta Irene?
    6 mitica!!

  9. Valberici scrive:

    Complimenti Licia. :)

    E noto che hai indossato un vestito anti-vespa. :D

    • Licia scrive:

      Valberici: visto? :P
      Probabilmente era però il caso di metterne uno scosciatissimo e scollatissimo, e non perché mi ci sarei sentita a mio agio – anzi, sarebbe stata una mezza tortura… – ma perché quest’idea “se ti vesti in un certo modo te la meriti” va combattuta con tutte le forze.

  10. Phoebe scrive:

    Il portafoto e il draghetto sono semplicemente meravigliosi!! Come vorrei averne uno anche io!! :)
    Anyway, Licia, ti capisco perfettamente. Anche io tendo sempre a sminuire le mie capacità, a ripetermi di non esaltarmi troppo per qualcosa, di non pensare di essere brava, ma sbaglio e lo so perfettamente. Per questo quando vedo, sento (o in questo caso, leggo xD) che lo fanno gli altri dico sempre che non devono, perchè non è vero: tutti hanno dei pregi e dei difetti ed è giusto accetare entrambi. Poi, però, sono la prima a pensarla così. :D Ma io ho i miei motivi e, nonostante questo, a volte mi è capitato di sentirmi orgogliosa, come quando prendo un bel voto nelle versioni di latino, a scuola (e te lo assicuro, mi sono fatta il mazzo). Tu, invece, hai fatto molto di più: i TUOI libri, le TUE storie hanno girato mezzo mondo, hanno incantato milioni di persone, che le conoscono a memoria, ti hanno fatto ricevere meritatissimi premi, ed erano tue e solo tue. Penso che sia un po’ quello che prova un musicista quando, ai suoi concerti, sente tutto il pubblico cantare a squarciagola le sue canzoni. è un’emozione fantastica.
    Per cui, Licia, sii fiera e orgogliosa di te stessa, perchè oltre ad essere una bravissima scrittrice, hai anche una bellissima famiglia su cui contare, sempre.

  11. Sara scrive:

    Licia, dovresti sempre essere orgogliosa di te, perche’ sei la piu’ grande scrittrice fantasy! :) Diciamocelo: c’ è un Re del rock, la Regina del pop, e tu sei la Regina del fantasy!!! :D
    Matera è bellissima! Lo dico perche’ ci sono stata estati fa’, con un caldo tremendo che non ce la facevo piu’, ma ne è valsa la pena. Ricorda un po’ la Terra del Fuoco e delle Rocce, no?

    P.S Come sta Irene??? :)

  12. Ice Phoenix scrive:

    Brava Licia! Complimenti per tutto quanto c’è da complimentarsi. Per le tue solite crisi, non preoccuparti. Sono normali ma attenta a non farti condizionare dai tuoi timori. E’ bene non mettersi su un piedistallo, ma neanche dire di valere meno di 0 :)
    Il tuo successo è meritato proprio perché tu non lo aspettavi e pertanto è stato spontaneo da parte dei lettori e dei tuoi futuri fan, che a quanto pare ti fanno regali di bellezza pari ai premi che ricevi ;) .
    Pertanto mi complimento con Francy e artyfowjr per i meravigliosi pensierini. Pagherei per averli… :D
    Anche le foto mi piacciono molto e Matera è davvero bella. Sei riuscita a catturarmi come al solito, con le tue parole e con i tuoi scatti, ormai sempre più padrona del mezzo fotografico ;)
    PS: vorrei tanto partecipare a qualche evento dove ci sei tu, non solo per gli autografi e tutto il resto, ma vorrei almeno conoscerti e stringerti la mano… Non è che hai in mente di venire a Napoli per caso, qualche volta?
    Kiss Kiss

  13. Ludovico scrive:

    Ah, volevo aggiungere che dovresti essere felice in ogni caso, anche se non avessi scritto storie per mezzo mondo xD Voglio dire, devi essere felice di quello che hai fatto se sei felice della persona che sei adesso, anche se magari devi ancora lavorare su te stessa =)

  14. Ludovico scrive:

    Complimenti per il premio, belli i regali e le foto =)
    Per le preoccupazioni, capisco cosa dici, più o meno succede anche a me xD Però ci sto lavorando e non devi sminuirti, perchè se ti hanno dato un premio è perchè te lo meriti. Puoi e devi essere felice e orgogliosa di quello che hai fatto. Poi, le piccole paure ci sono, ma metti anche caso che tutto finisca da un momento all’altro, hai fatto qualcosa che si può definire, effetivamente, grandioso. Hai scritto storie fantastiche, le hai diffuse in mezzo mondo, stai anche cercando di risvegliare le coscienze un po’ addormentate. Non credo che tutto finirà, e non lo spero proprio, ma era per dirti che devi impegnarti a essere felice di quello che hai fatto =)

  15. mimi scrive:

    scusate, ho copiato il commento 2 volte..

  16. mimi scrive:

    Francy: ma il portafoto l’hai fatto tu??

  17. mimi scrive:

    @Francy: ma il portafoto l’hai fatto tu??

  18. mimi scrive:

    Innanzitutto complimenti per il premio, meritatissimo :D
    Le foto di Matera poi, sono stupende…se un’ottima fotografa, Licia ;)
    E il portafoto?? Fantastico!! Ne vorrei uno anche io!! Nihal è molto carina :)
    Ed infine… GRAZIE a te, Licia. Per i meravigliosi libri che scrivi, per le emozioni che sai donare anche solo con poche parole…e magari anche con una foto ;) Grazie di tutto! Ti stimo :D

  19. Nihal95 scrive:

    *fan, scusate :)

  20. Nihal95 scrive:

    Ancora complimenti! Il vestito che indossavi è quello che ci hai detto di aver comprato nel post sul consumismo? Comunque è un sacco carino :)
    IN quanto a Matera… bè, io non ci sono mai stata, ma mi piacerebbe. Dopo le foto che hai fatto, poi! Sono davvero bellissime! :) Senti, Licia, anche Perugia è una splendida città, ci sei mai stata? Credo che dovresti venire!!! xD Faresti un enorme favore ai afn perugini! XD XD :)

  21. artyfowljr scrive:

    Anche se è la città dove vivo, leggere e sentire le impressioni delle altre persone su Matera è sempre interessantissimo. Dovresti venirci il 2 luglio, il giorno della festa patronale. Non tanto per la celebrazione in sè (la maggior parte della giornata è piuttosto confusionaria: folla, casino, caldo), quanto per i fuochi d’artificio, la sera; con quel paesaggio come sfondo sono fantastici. Se ti va di alzarti presto poi, c’è la processione dei pastori che è piuttosto suggestiva.
    Sai, chi ci vive a volte non fa minimamente caso a quanto sia bella Matera. Però, come ha detto Francy, guardandola la sera non si può fare a meno di rimanere incantati :)
    Tra l’altro io non vivo proprio in città, vivo in un borgo distante qualche chilometro, quindi mi evito anche lo stress del rumore delle macchine. Matera è pur sempre una città normale, il traffico non risparmia nessuno.
    Comunque sono contentissima che ti sia piaciuta, e l’idea che possa ricomparire in qualche storia futura non mi dispiace affatto… ;) Anch’io voto per la grotta dei pipistrelli.
    By the way sono Silvia, la tipa un po’ imbranata che insieme all’amico Teo ti ha dato il drago. Felicissima che ti sia piaciuto ^_^

  22. Daniela scrive:

    Francy anche io sono di Matera!! la adoro perchè ci sono nata e ci sto crescendo ed e molto bella per questo mi sono molto piaciute le tue parole e quelle di Licia!!

    Licia io non sapevo che saresti venuta a Matera e mi dispiace tanto perche sarei venuta a vedereti sicuramente! comunque spero che tornerai…e spero anche di poter leggere della mia città in un tuo libro!!!
    un bacio

  23. BillaDaSalazar scrive:

    Ciao Licia tu continui a ringraziarci ma non capisci che dovremmo essere noi a farlo! per quello che ci hai fatto vivere attraverso i tuoi libri e per quello che ancora hai da offrirci con la tua immaginazione! li meriti tutti i premi che ricevi e meriti tutti i nostri regali e il nostro appoggio..e come hanno detto prima di me, non sminuirti…perchè fidati, non ne hai proprio motivo! ;)

  24. Elfo98 scrive:

    Concordo con Licia, Matera è una città splendida e richiama molto le antiche città medioevali. Io ci sono stato una sola volta, ma è bastato!!! :)

  25. Michele scrive:

    Bellissimo il porta foto, anche il draghetto non è male :-) .
    Complimenti anche per il meritatissimo premio,continua così

  26. Chesy scrive:

    Stupenda il portafoto, è davvero simpatico *.*. Non ci sono stato a Matera, ma mi ha attratto molto la tua descrizione. Spero di averne anche io l’occasione di visitarla. E ancora complimenti per il premio, stupendo ;)
    Clap! :D
    Chesy.

  27. Fabio scrive:

    Francy, avevo già sbirciato quel porta foto ma non sapevo fosse per Licia ;)
    Matera è stupenda! La aggiungo alle mete per i miei prossimi viaggi ;)

  28. Francy scrive:

    Matera è un luogo magico… non so se l’hai notato, ma quando passeggi, la notte fonda, su quella strada che percorre tutto lo strapiombo che si getta sulla Gravina e si affaccia alle chiese rupestri, il silenzio è qualcosa d’inspiegabile. C’è anche una venata penombra, rischiarata da una luna sempre in vista e da qualche lampione, che aumenta questo sentore d’intimità. Ma poi affacciati, guarda il fiume: sentirai lo scrosciare dell’acqua, vicinissimo, forte, potente, che ti pervade all’improvviso, come se una barriera, prima, ti abbia tenuto lontano questo dolce segreto. Un mio amico l’ha definito il flusso della vita, ed è una definizione che calza a pennello.
    Se ti è piaciuta così tanto, non vedo l’ora di leggere ciò che ne tirerai fuori… segretamente spero possa consistere in un’ambientazione di qualche avventura di Sofia e company XD Beh, chi lo sa ;) Direi che la grotta dei pipistrelli è perfetta per uno scontro, o anche lo spiazzo davanti alla Chiesa del Purgatorio *-*
    In un tuo futuro viaggio mi offro per raccontarti anche tanti aneddoti e consigliarti qualche posto da visitare (Matera non è solo i Sassi, ed è un peccato che tu non abbia potuto vedere ciò che c’è dietro), visto che è il luogo dove vivo e dove ho sempre vissuto :P
    E se non si è capito, sono la ragazza che ti ha dato il portafoto con Nihal :D

  29. axelander scrive:

    Bellissima la statua del drago. Perché non ne fai qualcuna dei personaggi dei tuoi libri? Una statua di oarf la compro di sicuro.

  30. M.T. scrive:

    Belle foto :) : buona mano e buon occhio. Non sminuirti, questo è un errore: occorre aver fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, dare il giusto valore alle cose. Essere sicuri di sé non significa incensarsi o sopravvalutarsi: solo essere consapevoli di ciò che si è in grado di fare. Un’aquila si stima perché è la regina dei cieli, perché sa volare più in alto? No: semplicemente fa ciò che è nella sua natura, lascia fluire, senza preoccupazioni.
    Non bisogna ammirare chi credi sia migliore di te: non ha nulla più di te, tutti abbiamo le stesse potenzialità che attendono di essere sviluppate e usate. Quando incontri chi a tuo avviso reputi migliore di te, osservalo con calma, distaccata, cerca di cogliere e comprendere l’energia che ha portato a quella persona a quel livello: fallo e potrai esserlo anche tu :)

  31. PaccoChica scrive:

    Bellissimo il portafoto, bellissime foto e complimentoni ancora per il meritatissimo premio :) Un bacione a tutti!
    P.S: Irene sta meglio? :D

Rispondi a mimi Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>