È sempre colpa della madre

Premessa:
due sabati fa, ho dimenticato di spegnare l’aria condizionata in camera di Irene. In genere l’accendiamo prima che lei dorma, in modo che l’ambiente sia fresco quando la mettiamo a letto. Stavolta c’eravamo scordati, per cui l’abbiamo accesa quando l’abbiamo messa a dormire.
Un’ora dopo, entriamo in camera sua e ci sono i pinguini che ci salutano. Lei è appallottolata in fondo al letto, in un evidente e disperato tentativo di scampare all’era glaciale. Ovviamente io ho i sensi di colpa a manetta.

Premessa 2: il week end di due settimane fa è stato intenso. Sabato prima da mio suocero, poi a casa con gli amici, domenica al mare. E insomma, Irene s’era stancata un pochino. Niente di che, ma si era data da fare un sacco.

Il Dramma: due lunedì fa, Irene si sveglia nervosa e accaldata. Le misuriamo la febbre. 38. Ovviamente è il dramma. È colpa mia, l’ho messa sotto ghiaccio, l’ho fatta stancare, sono una madre degenere. La situazione precipita quando il giorno dopo la febbre sale a 39. Tra l’altro, io, che sono una personcina affatto ansiosa e ipocondriaca, vaglio tutto lo spettro delle possibili malattie, concentrandomi ovviamente sulle più tremende. È che Irene non ha il raffreddore, e la gola, quando più o meno riusciamo a controllargliela, non sembra arrossata.
Comunque, tempo tre giorni e la febbre cala, e io, più o meno, mi tranquillizzo. Mi sento sempre uno schifo come madre, ma almeno Patata sta meglio. Peccato che venerdì mattina si svegli senza febbre, ma tutta simpaticamente coperta di bollicine rosse. Momenti di panico, visto che lei è vaccinata per tutte le più famose malattie esantematiche, e io inizio a valutare un po’ tutte le malattie da contagio, ebola compresa. Poi, il pediatra ci rassicura, e si scopre che Irene ha preso la sesta malattia, che tra tutte le malattie dell’età pediatrica è la più scema: febbre alta per qualche giorno, poi l’esantema quando la temperatura cala, poi le macchiette se ne vanno nel giro di un paio di giorni.
Io, per una mezza giornata, sono immersa in un vago senso di euforia.
Capperi, non è colpa mia! Voglio dire, una settimana a pensare a quel maledetto bottone del condizionatore che non avevo pigiato, degli sbattimenti del week end, e invece no! Era il virus, il santo, benedetto, virus!

Epilogo:
Incidentalmente, cercando informazioni online sulla sesta malattia, mi imbatto in questa frase:

È quasi sempre la mamma a trasmettere la malattia al bimbo: il virus può rimanere nell’organismo della donna in fase latente, cioè senza causare sintomi e viene trasmesso per via respiratoria.

È lì resto immobile.

Aveva ragione Freud, è sempre colpa della madre

27 Tags: , , , ,

27 risposte a È sempre colpa della madre

  1. ile97 scrive:

    su questo concordo :/ :)

  2. Toboe97 scrive:

    Io sono cresciuta con un gatto, ho un cane e non ho allergie di alcun tipo.
    Principalmente gli animali aiutano per le allergie ;-)

  3. ile97 scrive:

    toboe97: io sono cresciuta in mezzo ai gatti, ma mi ammalo ancora oggi almeno due volte all’anno x febbre, e cose così…D:

  4. Toboe97 scrive:

    Susu,che Irene è forte e si riprende al volo!
    Non farti tutti questi problemi, i bambini piccoli si ammalano facilmente :3
    Però, è provato che se convivono vicino a un qualcosa con molti batteri, si irrobustiscono dal punto di vista di sistema immunitario.
    Prendile un gatto 8D

  5. Ice Phoenix scrive:

    @alicearth: mamma mia! O_O non mi sarei mai aspettata una cosa del genere da una professoressa. Peggio che se avessi avuto la lebbra!

  6. Ice Phoenix scrive:

    Ahahah! Licia stai tranquilla e non farti tanti problemi.E’ normale che i bimbi prendano le malattie e non per questo bisogna sentirsi incolpa per una sciocchezza.L’importante è che tutto passerà e che la piccola Irene tornerà bella,vispa,allegra e pimpante più di prima ;P
    Un bacio a tutti!!! :D

  7. Sennar93 scrive:

    Cara Licia,
    è un grosso privilegio poter leggere questo articolo. Credo sia bellissimo quello che fai, ossia farci entrare nella tua vita. Ovviamente mi complimento con te, perchè tutte queste ansiosità e tutte queste preoccupazioni nei confronti della piccola Irene, sono un chiarissimo sintomo del fatto che il vostro legame simbiotico (attaccamento, come direbbe Bowlby) è radicatissimo. Questo è importante, poichè è questo legame che farà da base per l’evoluzione psicosociale della piccola. Credo che Irene sia una bimba fortunata ad avere te come madre =) un abbraccio =) e grazie =)

  8. alicearth scrive:

    Aahahaha :)
    e poi sicuramente l’ora di freddo avrà abbassato le difese immunitarie della tua piccola! facendole arrendere al virus!!!
    Non ti preoccupare!!molto meglio prendere queste malattie da piccoli… perchè se ti capita da grande sono dolori peggiori!
    Lo so bene io che ho avuto tutte le malattie possibili(compresa quella di tua figlia) prima dei 7anni, tranne la varicella arrivata a 13.
    Già a quell’età il rapporto con il proprio corpo non è un granchè, figurarsi poi con quelle bolle orribili …e c’erano gli esami delle medie, che iniziai una settimana dopo tutti gli altri poichè dovevo aspettare di non essere più contagiosa. ed una professoressa(una professoressa!!!non i compagni che erano teneri e dispiaciuti) mi tratto come un’appestata rifiutandosi davanti a me di toccare il mio compito!!!
    Tutta colpa della mia mamma :D che a 5 anni mi tenne lontana dai cuginetti malati!!!

  9. ile97 scrive:

    licia! dai, un po’ più di ottimismo! hai visto che non era niente! :D ora che lo sai, che non era niente, intendo, dovresti essere + tranquilla, non disperarti xk probabilmente l’hai trasmessa tu (che poi quante palesi cazzate, e scusa x la parola, si trovano in web sulle malattie…te le fanno sembrare torri, i sassolini che entrano nelle scarpe…), e poi potrebbe non essere neanche vero che l’hai trasmessa tu!
    a proposito, ho una cosa da dire: mentre guardavo qualcosa su google, ho visto il sito FantasyMagazine…in cui Leida80 diceva di un certo articolo su un cartone che è stato scritto nel 2005…mi sono confusa: sei tu, Licia, che tenevi quel blog? O.o
    marty =D e costanza: anche io ci avevo pensato a dormire sul pavimento, ma co ho rinunciato…

  10. marty =D scrive:

    se iniziamo a pensare a tutte le malattia di qst terra allora nn viviamo + la bambina nn ha nnt sicuramente , a chiunque verrebbe una comunissima influenza se passa la notte in un ambiente fresco e il giorno passa da casa in casa , la colpa nn é di nessuno. Sto caldo sta facendo impazzire tutti,
    E il virus della germania
    La mucca pazza
    L’aviaria
    La varicella
    L’influenza A
    E basta …. Uno pensa sempre a tutte le preoccupazioni e le malattie uno vero entra malato…. Uff… Si deve essere all avanguardia ovvio, ma cio’ nn deve essere un ossessione…. Stai trnquilla , tua figlia nn ha nnt
    Allora io dovrei morire al pensiero che potrei avere l’anemia mediterranea o chissa’ quale allergia….
    E siamo ottimisti… =) la bambina guarira’ in un batter d’occhio , ti auguro il meglio, infondo nn é facile essere mamma , ma nn posso scordarmi il giorno in cui ti vidi alla feltrinelli , mentre Irene ti sorrideva , messa nel passeggino, mentre parlavi per l’intervista, e mentre il suo papa’ li faceva da guida tra i vicoli della libreria…. Che bellina che é …. <3¤<3

  11. Valberici scrive:

    Derek: “broncocostrizione”…mai scrivere nomi di sintomi nei blog di persone “affatto ansiosa e ipocondriaca” … :lol:

  12. Mony76 scrive:

    Non dovevi documentarti online sulla sesta malattia, tanto più che ha un nome così vago e poco circostanziato che per me tale dovrebbe restare, mi basta sapere che pochi giorni di febbre, poco sfogo di bollicine ed il bimbo è ok.
    E niente sensi di colpa.
    Un bacione ad Irene!
    Ps: quando farete le vacanze qui in Sardegna?

  13. Derek scrive:

    E dai che poteva andare peggio! Cosa facevi se a Irene per la febbre gli veniva la broncocostrizione, come è capitato al figlo di un mio parente? Bisogna mantenere la calma perchè c’è sempre tempo per le malattie vere…

  14. Costanza scrive:

    Stessa cosa per me. Mi dispiace di averti intasato il blog di commenti, è uno dei miei tanti inguaribili difetti.
    Un abuona notte, saluti ad Irene e a tutta la tua famiglia.
    P.S: Credo che ad Agosto comincerò a leggere alcuni dei libri che mi hai consigliato. Ancora grazie, a proposito.

  15. marty =D scrive:

    avevo capito che eri una nostra conpaesana simpatica guagliona xD :) :-D
    LO STESSO PER ME il mio letto è simile a quello dei fachiri , dodicianni passati a dormire su una lastra di pietra… =) piacere di conoscerti…
    … mi dice una mia amica accanto che oggi ho lasciato un casino di commenti, maledizione alla mia linguaccia :( parlo troppo, ma è bello parlare almeno con qlcn che condivide le tue stesse pazze pazzie… iuppiè
    scusi signora Troisi le ho usurpato il blog coi miei commenti , spero mi perdoni , un grossissimo bacione alla piccola Irenuccia è un affettuosa buonanotte…. uoU notte….=p

  16. Costanza scrive:

    Io sono di Napoli, quindi anche io, come te, abito al sud.
    P.S: Per me dormire nel mio letto o sul pavimento è la stessa cosa, perchè tanto il mal di schiena mi viene lo stesso. Fosse per me avrei bruciato il mio materasso già da un pezzo XD

  17. marty =D scrive:

    a costanza : di quale città sei??? avrai capito che sono palermitana , ma la mia convinzione mi porta a pensare che il caldo sia solo al sud.
    p.s prova a dormire nel mio letto altro che mal di schiena XD :D

  18. Costanza scrive:

    marty =D : Wow, perchè non ci ho pensato anche io >.<.! Cmq prova a dormire sul pavimento se vuoi, ma ti avverto: molto probabilmente ti verrà un mal di schiena che durerà una trentina di minuti al massimo.

  19. marty =D scrive:

    costanza : lo sai che ci proverò anch’io una sera di qst, forse non sai , noi parliamo di estate, ti dico cosa ho fatto una volta , in inverno.
    ho messo il pigiama e le scarpe nel forno e la sciarpa in microonde
    poi talmente c’è stato freddo che il mio cane CESARE o chocho , si è messo tra il letto mio e quello di mia sorella,- letto a castello , più letto estraibile ? NON MI VIENE LA PAROLA io sto nel letto che si estrae . scambiato per una coperta pelosa , a primo impatto nn me ne ero accorta, poi uno sbuffo, la paura ti assale , cane nero al buio ;) ho acceso il telefono , finalmente mi sn sentita in comunione col mio cane , dormiva nel mio cuscino coperto del mio pleid + piumone. -.- uff
    però portava calore xD

  20. Costanza scrive:

    Per noi figli è sempre colpa della mammma. Basta un qualcosa che sia fuori posto ed eccoci pronti a dare la colpa alla mamma, ognuno per ragioni diverse: chi perchè è troppo apprensiva, chi perchè non comprende il loro stato emotivo etc. Ma la mammma è sempre la mammma: potrà essere la persona più noiosa, più rompiscatole di tutto l’universo, ma noi le vorremo sempre bene.
    marty =D :Io per il caldo ho dormito sul pavimento di casa mia per due notti di seguito. So che è un pò insolito, ma eera il posto più fresco dove potevo dormire xD

  21. marty =D scrive:

    @ yari: e il papà , senza di lui come facciamo a nascere, diciamo che sia mami che papi sn importanti , chi è che ci portava le buste sorprese e i lecca lecca . chi è quello che la sera ti abbraccia e ti fa sentire protetta /o
    la mamma ci tiene dalla nasciata per nove mesi dentro la pancia , ma il papà nn poggiava l’orecchio sulla pelle per sentire i calci o i movimenti . diciamoli sono importanti e maciorni tutti e due =D

  22. marty =D scrive:

    classico , uguale a mia madre … anche solo uno starnuto e pensa subito a chissà quale malattia pestilenziale che mi ritrovo. auguro che tua figlia nn abbia nnt- sicuro nn avrà nnt- se ti racconto cosa mi è successo da piccolina. se ti può consolare anche i papà sono maciorni , per farmi smettere la tosse mio padre da super eroe mi sbatteva la mano dietro le spalle, in seguito , leggera lussanzione alle scapole? nn mi ricordo . almeno tua figlia l’ha il condizionatore, io mi ritrovo la notte a voltare il cuscino per prendere laparte fresca , un ciclo continuo. ormai sono grande e mia madre nn bada più molto a me – vuol dire sempre- ascigati i capelli, lavati i denti , nn tuffarti male , spegni il profumo della stanza da letto, lavati le mani quando tocchi il cane.
    altro…
    fare il bagno
    - tranquilla è tiepida l’acqua , forse sarà fredda. -
    dice mia madre-.-
    metto il mio piedino nell’acquabollente
    - dai entra tutta che prendi freddo-
    MA CHE FREDDO E FREDDO , infine mi ustiono così si vede che l’acqua era calda
    infine la sera – era fredda l’acqua vero?- e mi guarda con la faccia colpevole. -.-

  23. Yari scrive:

    E’ vero, è sempre colpa della madre, 9 mesi se la porta nella pancia, soffre le pene dell’inferno per far nascere il proprio figlio/a e lo/la cura per tutta la vita…

    Senza la madre non ci sarebbe il figlio quindi la madre ha questa maledetta colpa…da la vita!^^

  24. Cristina scrive:

    Ma che cavolta!! Non è colpa tua! xD
    Probabilmente se sapevi che avevi il virus latente nel tuo corpo saresti andata in giro per casa con una tuta da palombaro per paura di infettarla!
    Ahahaha! Sei divertente Licia.
    Ti auguro tutte le migliori cose :)

  25. lilli80 scrive:

    diciamoci la verità anche a trentanni suonati diamo sempre la colpa a nostra madre, che vuoi farci sono il capro espiatorio naturale di noi figli. Povere mamme!!! 1 bacio a irene

  26. axelander scrive:

    è successa la stessa cosa ad un mio amico con il figlio di un anno. Il figlio con una febbre forte ha delirato tutta la notte e si agitava manco sembrasse l’esorcista. Questa sesta malattia lo ha preso di botto e neanche le tachipirine hanno avuto effetto. E anche lui era vaccinato contro tutte le malettie dei bambini possibili.

  27. Wolfy scrive:

    Ciao Licia,
    Povera Ire…
    Per me non è vero che questa sesta malattia viene trasmessa attraverso il respiro della mamma,sai,a volte su internet scrivono anche alcune cavolate per mettere paura alla gente…
    Ma adesso come sta Irene? Sta bene?
    Se sta ancora un pochino male,speriamo che si rimetta il più presto possibile ;) . Ciao ciao

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>