‘A pupimma misteriosa

Dicono che le madri capiscono sempre i loro figli quando lallano. Il che, in linea di massima, è vero, in effetti. Un buon 90% delle parole che dice mia figlia le capisco, mettendo insieme i pezzi di quel che le ho detto io, quel che fa all’asilo, e usando un sacco di inventiva per quel che resta. Solo che non sempre funziona. A volte, certi misteri restano insoluti.
Tipo una settimana fa, mentre le stavo pulendo il culetto sul fasciatoio, Irene mi guarda e mi fa: «’A pupimma!».
Io non ci faccio granché caso. La stragrande maggioranza delle sue frasi sono “dadada” senza un particolare senso. Per cui replico distratta: «’A pupimma, sì, patatina».
Solo che il giorno dopo la scena di ripete. Stavolta interrogativa.
«’A pupimma, sì?».
Io, dopo un istante di perplessità, cambio discorso: «Guarda questo culozzo tutto pulito!».
Solo che la storia si ripete tutte le mattine.
«’A pupimma?» e indica verso la finestra. O guarda il lampadario. Ed è evidente che vuole da me una risposta.
Per cui capitolo.
«Ma che è la pupimma, Irene?».
Mi guarda.
«’A pupimma».
Beh, in effetti è ineccepibile.
Attimo di vertigine. Mi sento finita ne “L’uomo che non capiva troppo”, memorabile sceneggiato radiofonico di Greg & Lillo. O forse mia figlia legge “‘Mlana”.
Scuoto la testa.
«Irene, mi indichi la pupimma?».
Dito che vaga verso sinistra. Dove si stende la distesa dei dieci metri quadri o giù di lì della sua stanza. Può essere qualsiasi cosa.
«Ok, Irene, con metodo. È nella tua stanza la pupimma?».
«’A pupimma!».
«Lo prendo per un sì. Ma sta solo nella tua stanza?».
«Tutto pupimma».
Oddio. L’invasione delle pupimme.
«Insomma, Irene, pupimma everywhere».
Questa non la capisce, e mi guarda perplessa.
Comunque. La preparo la porto all’asilo, tutto come sempre. Poi, incontro mia madre per fare un po’ di compere natalizie. E le racconto della pupimma misteriosa.
«È la volpina» mi fa senza fare una piega.
Io giro la testa in una scena à la Regan de L’Esorcista.
«Cioè?».
«Cioè hai visto che lei ha i calzini gommati».
«Sì».
«C’è una volpina disegnata sopra. Quando glieli metto, il pomeriggio, glielo dico sempre: “Guarda la volpina!”. La volpina. ‘A pupimma».
E io ho un flash. La mia cucina. Campo sempre più stretto sul frigorifero, poi su una delle calamite: “Una mamma sa molto, ma una nonna sa tutto”.
Mamma 0, nonna 1, palla al centro.

33 Tags: , , , ,

33 risposte a ‘A pupimma misteriosa

  1. Alex_96 scrive:

    Giuro che sto ancora ridendo! ‘insomma, Irene, pupimma everywhere’ XDD mi ricordo quando la mia sorelina era piccola, passavo ore e ore con lei, ma certe cose proprio non le capivo. Comunque hai ragione, una nonna è due volte mamma, anche mia madre spesso chiede consiglio alla nonna. Immagino quando Irene sarà grande, la conoscerà mezza italia =D

  2. Simone scrive:

    Bel racconto! :)

    Simone

  3. Oarf97 scrive:

    AH,ah,ah… che ridere Licia….. a’pupimma,si?,ah,ah,ah……….

  4. Moma scrive:

    Sinceramente non ci sarei mai arrivata… xD
    io come lavoro faccio la beby-sitter di un bambino che ha cierca 3 anni… tu mi dirai… Ma si parla gia bene… e invece ci sono dei giorni che mi dice delle parole che veramente per me sono come un codice segreto… mettiamoci anche il fatto che io non sono la mamma e che non lo conosco da quando è nato… ma… tutti i bambini a volte se ne escono con delle parole ad affetto che ti lasciano davvero così —-> O____O

  5. Eleas scrive:

    beh a noi accadde col maggiore e i famigerati KAKASHI. E posso immaginarvi tutti lì a scervellarvi su che manga indicasse mio figlio. Beh. Dopo un certo numero di peripezie capimmo che i KAKASHI erano i Gorillaz, se non altro Irene è andata per assonanza, noi ci chiediamo ancora il nesso tra le due parole…

    • ile97 scrive:

      hahahaha! e qunado si scrive i messaggi in codice? la frase (che ho scelto perché si presta bene, ma non c’ha tanto senso):

      mi dici perché non hai risposto al messaggio che ti ha mandato chiara?
      e anche:
      chi ti da dello stronzo fa bene, se non dici mai grazie!

      diventa:
      m dc xk nn ai rixpst al mex k t a mndto kiara?
      e:
      k t da dll strnz fa bn se nn dc mai grz!

  6. ile97 scrive:

    ‘a pupimma! haha!! e meno male che tu arrivi al 90%, che io appena sento parlare un bambino che ha meno di tre anni capisco l’1% di quello che dice! certo che siamo incomprensibili da piccoli!

    • ile97 scrive:

      io appena ho letto “‘a pupimma” ho pensato che avrei chiesto a Irene (che quando è protagonista di post come questo ci porta sempre un’ondata di vivacità e allegria) di disegnare ‘a pupimma, ma ora che ci penso non so se sappia disegnare…! :D

  7. Domenico scrive:

    Mi accodo all’elenco di quelli che hanno rischiato il soffocamento da risate. Fantastico. Ho inviato il link a mia madre, e anche lei mi ha detto, testuali parole, “sono in lacrime dal ridere”. :)
    Per accodarmi ai commenti sul nuovo video di Lady Gaga: Licia, concordo pienamente con te! I nuovi video non mi entusiasmano affatto, i vecchi li trovo molto superiori. Per quanto comunque questi ultimi due siano meglio dei precedenti (Judas… The Edge of Glory!…).

  8. Linda scrive:

    hahahahahahaha
    oddio che ridere.

    «Irene, mi indichi la pupimma?».
    Dito che vaga verso sinistra. Dove si stende la distesa dei dieci metri quadri o giù di lì della sua stanza. Può essere qualsiasi cosa.
    «Ok, Irene, con metodo. È nella tua stanza la pupimma?».
    «’A pupimma!».
    «Lo prendo per un sì. Ma sta solo nella tua stanza?».
    «Tutto pupimma».
    Oddio. L’invasione delle pupimme.
    «Insomma, Irene, pupimma everywhere».

    Qui…qui sono morta ridendo! XD

  9. Alissa scrive:

    Oddio sono scoppiata a ridere all’ “Oddio. L’invasione delle pummine” ahahah :’)
    Eh, le nonne..

  10. Bea scrive:

    Oddio che fantasticheeee! XD

  11. giugi99 scrive:

    Io ho letto questo post a mia mamma e a una sua amica, mentre leggevo, la mia voce era spezzata da risate… Anche mia nonna è molto brava a decifrare quel che diciamo, ora anche di più visto che ora si può allenare con la mia bisnonna che ha ben 93 anni compiuti… Quando parla la bisnonna, ci sono solo due persone che la capiscono: mio zio e mia nonna… Viva le mamme e viva le nonne!!!! Buona fortuna Licia!!!!

  12. Tore scrive:

    ahahah mi è scappata una risata così forte che ho svegliato mia sorella nell’altra stanza!! viva la pupimma!!

  13. Bia scrive:

    E tuttora non riesco a pronunciare la erre.
    Le brutte figure sono innumerevoli con la erre moscia…

  14. Bia scrive:

    Hahahahaha, purtroppo tra poco ti perderai tutte queste scenette esilaranti, mia sorellina a tre anni l’aveva già finita, io ne avevo 9 e mi chiedevo: ma quand’è che questa ha imparato a parlare??
    Con le nonne non c’è partita. Aspetta solo che tua figlia cresca e vedrai tutti i messaggi criptici… Non che adesso non ce ne siano, viva ‘a pupimma!!

    P.S:I miei preferiti erano pottuttae (prosciutto) e cuttattore (campeggio…)

  15. Dragonessa scrive:

    Ahahahahahah mi sto ammazzando dalle risate!!!!
    A’ Pupimma! Irene è troppo forte! Quanto ha adesso Licia?
    A presto e buona notte!!!!
    P.S. Viva le nonne!!!!

  16. Valberici scrive:

    Eh, si sa: le nonne sono doppiamente mamme. ;)

    Comunque ho apprezzato la tua frase: “Ok, Irene, con metodo”…e credo che Galileo l’avrebbe apprezzata ancor di più. :P

  17. cate scrive:

    :D Bellissimo! Io non ci sarei mai arrivata, brava la nonna!
    Ma poi ‘A pupimma chi l’avrebbe mai detto?!?
    Devo dire che mi hai fatto venire in mente quando appena preso il cane cercavo di decifrare quello che diceva, ora capisco tutto quello che mi “dice” :)

  18. Sherry scrive:

    Davvero un bel post!! l’invasione delle pupimme è bellissima!! :) anch se ho solo 14 anni posso confermare che adoro i bambini… tranne quando sono i tuoi cugini che ti girano intorno tutto il girno e non riesci a far nulla!!! ahahah

  19. giu scrive:

    devo dire ke come gli altri, al primo accenno di puppimma sn scoppiata a ridere :) io quando vado a trovare i miei cugini a Roma è una battaglia persa, sanno sempre che parole inventarsi x farmi esaurire, più o meno avranno gli stessi anni di Irene

  20. Pigliadraghi scrive:

    Beh, che dire. PWNED.

  21. Nihal96 scrive:

    Oddio! Sono scoppiata a ridere anche io sull’invasione delle pupimme :) E’ vero, le nonne sanno sempre tutto e lo dico per esperienza eheh!

  22. Mony76 scrive:

    Ahahahahahahah!!!! ‘A pupimma è meravigliosa, altro che!
    Mio figlio sta ancora a “qua” per dire acqua, e nemmeno semmpre… sigh sigh, quanto pagherei per sentirgli dire paroline come ‘a pupimma!!!
    Speriamo presto.

  23. axelander scrive:

    La pupimma è una parola derivante dal dialetto campano,zona do benevento per la precisione. Ho provato a immaginarmi la scena e ridevo da solo. La tua irene sarà un bel tupetto da grande.

  24. Mutabile scrive:

    XD Bellissimo post! Sull’invasione della Pupimma sono scoppiato a ridere xD.
    Comunque mi sa che è una partita persa la tua. Le nonne vincono sempre.

  25. Sennar scrive:

    Ahahah! Bellissimo post, Licia!!! :D :D :D Menomale che tua madre lo sapeva o dovevamo mandare ‘A Pupimma a “Chi l’ha visto?” ;) Un Bacione a tutti!

  26. Simone scrive:

    Che bell’articolo!!! Un bacio alla piccola Irene!!! Ora quanto ha??? :) Ah Licia,hai visto il nuovo video di Lady Gaga??? Marry The Night??? Che meravigliaaaaaa :D Un bacione anche a te!!! :D

    • Licia scrive:

      Simone: visto adesso. Niente, a me piacevano di più quelli del vecchio disco. Però il preludio è figo, devo dire, soprattutto la parte al manicomio è molto bella.

  27. Alberto scrive:

    Fantastico :D è sempre bello leggere questi post che rappresentano la tua battaglia quotidiana con la “mammità”!!

    Buona Pupimma a tutti!! :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>