Sapori e odori

Nelle ultime due settimane sono stata ostaggio di un raffreddore devastante. Chi mi segue su Twitter se lo ricorderà perché non parlo d’altro. A parte che non respiravo, a parte che mi faceva male metà faccia e la mattina mi svegliavo con dei mal di testa lancinanti, avevo del tutto perso il senso del gusto e quello dell’olfatto. Anche l’udito in verità non funzionava proprio al meglio – e anche ora non è che ci senta proprio proprio come prima, del resto ancora non sono guarita – ma tutto sommato ci sentivo. Coi sapori e con gli odori, invece, praticamente nisba. No al profumo meraviglioso della cameretta di mia figlia, la mattina, quando dappertutto c’è quello splendido odore di bimba. No al profumo della pelle di mio marito sulle sue magliette, quando le stiro, un odore di buono che vivaddio neppure il detersivo sciacqua via. No al profumo del cibo, del dentifricio, dell’aria poco prima e poco dopo la pioggia. Per non parlare dei sapori. Il tartufo, comprato come souvenir di Gubbio, inesistente. L’aroma di menta delle medicine per lo stomaco scomparso. Scomparso anche il gusto pungente della cioccolata, quello asprigno del pomodoro, quello vellutato dei fudges che i miei mi hanno portato da Edimburgo. Tutto si era ridotto a quattro gusti in croce: dolce, salato, amaro, aspro. Tutti per altro percepiti come eco lontana dei sapori che un tempo ero in grado di sentire.
In genere si pensa che i sensi davvero importanti siano due, udito e vista, e non nego che l’invalidità che ti porta perdere uno dei due non è neppure vagamente paragonabile a quella della perdita di olfatto e gusto. Ma vi assicuro che senza la possibilità di sentire odori e sapori si vive malissimo. Senza contare che anche naso e lingua possono salvare la vita, quando ad esempio senti per tempo odore di bruciato o smetti di mangiare un cibo avariato perché ha un brutto sapore. Ma non è solo questo. È che ti manca proprio una dimensione. Percepisci che ti stai perdendo qualcosa, qualcosa che non sapevi neppure di possedere. Non hai più voglia di mangiare, per il semplice fatto che tutto sa di carta. E anche le emozioni sono come congelate, perché nulla attiva ricordi e sentimenti come un profumo.
Da due giorni, tutto sta tornando alla normalità. Sento di nuovo odori e sapori. E d’improvviso tutto mi sembra fantastico. Non ricordavo che l’odore delle rose, nel giardinetto sotto casa, fosse così inebriante. Non avevo mai fatto caso a quanto intenso fosse il profumo dei pomodori secchi sott’olio fatti in casa: l’aroma rotondo dell’olio, quello pungente dell’aglio, quello asprigno del pomodoro. E i sapori, poi…è tutto buonissimo, tutto fin troppo saporito. Il sale è più salato di prima, il gelato al pistacchio più rotondo, ogni sapore portatore di così tante diverse sfumature, quasi stordisce.
È proprio vero che apprezzare una cosa davvero devi correre il rischio di perderla.

27 Tags: ,

27 risposte a Sapori e odori

  1. Salvatore Nigro scrive:

    Ciao a tutti, è da maggio dopo un’influenza ho perso l olfatto e quasi tutto il gusto , tramite l’otorino ho fatto tutti gli esami possibili ( risonanza , test allergocico, ecc ) senza nessun risultato . Ultimamente sento lo stesso odore/gusto sgradevole … qualcuno può aiutarmi? Sto impazzendo…

  2. gianni vale scrive:

    Dal 18 di luglio 2015 dopo un trauma cranico commotivo con rottura occipitale non ho piu’ gusto ne olfatto, inutile dire come possa ancora sentirmi, e’ difficile accettare tutto questo dopo aver sentito da diversi neurochirurghi che non sarei piu’ tornato come prima, io che amo girare il mondo e gustarmi i vari cibi, la vita e’ cambiata radicalmente ma non per questo motivo, i cambiamenti sono nel quotidiano nei momenti giornalieri,nel respirare la giornata da quando mi alzo dal letto a quando ci torno,mi manca tutto quello che c’era dentro cui prima sembrava dovuto, ora vivo un altro presente e credetemi e’ come vivere all’inferno,i sensi che abbiamo sono 5, be’ io adesso ne vivo 3.

  3. GIO VALE scrive:

    E’trascorso ormai un anno dal trauma cranico che ho subito dopo una caduta,da allora il gusto e l’olfatto sono scomparsi,non percepisco piu’ nulla solo caldo e freddo,e probabilmente come mi e’ stato detto dai neurochirurghi dovro’ conviverci, il mio adesso e’ un altro mondo completamente diverso da quello di prima,non c’e’ rimedio a cio’ che mi e’ successo,debbo solo abbassare la testa e andare avanti,io che amavo assaporare cibi da tutto il mondo amavo e tuttora amo viaggiare ma debbo farlo limitandomi a chiedere a mia moglie il sapore di tutti i piatti che ho sotto.

  4. Stefania scrive:

    Da 5 giorni che nn sento l odori e i sapori ho raffreddore e mal di gola da dire che soffro di sinusite però questo nn mi è mai capitatodi nn sentire niente ho una gran paura di nn sentire gli odori e il gusto

  5. Antonella scrive:

    Ragazzi tenetelo caro l’olfatto che è abbinato ai sapori. A marzo ha fatto un incidente con la bicicletta molto brutto, e da allora no odori e sapori perché si sono fatti tranciati i bulbi olfattori SONO DISPERATA MI PIACEREBBE PARLARE CON QUALCUNO CHE VIVE LA MIA TRISTEZZA

    • Federica scrive:

      Cara Antonella, ho 21 anni ed a seguito di una brutta influenza non ho mai recuperato del tutto il gusto. Adesso ho il raffreddore e non sento ne’ odori ne’ sapori e la mia paura che questa condizione possa essere permanente mi terrorizza. Posso solo lontanamente immaginare cosa voglia dire perdere sia gusto che olfatto ma ti assicuro che la disperazione la percepisco. Il fatto di non aver mai recuperato totalmente il gusto a soli 21 anni (e che quindi resterò così tutta la vita), mi ha devastata infatti sono in cura da uno psichiatra per depressione. Sento il dolce, salato, aspro e amaro. Se metto in bocca una caramella fatico a capire a che gusto sia. Non mi capacito di come due cose così naturali possano scomparire e rovinare una persona perché stare senza questi due sensi significa perdere alcuni tra i più grandi piaceri della vita. Chi non ha provato questa condizione la sottovaluta e non può minimamente capire come ci si possa sentire. Hai tutta la mia comprensione e solo il pensiero mi fa soffrire con te.

  6. maria pigini scrive:

    non percepisco odori e sapori ormai da mesi, il mio medico si è limitato a dire che c’è la probabilità di non riaquistarli più. inutile dire che sono disperata. non ho fatto cure. sto male a volte sento odori molto forti e fastidiosi come veleni o odori di letame.

  7. simona scrive:

    Da qualche giorno non sento più i sapori. E’ terribile!
    Mi capita sempre quando ho il raffreddore ma, dopo un paio di giorni, tutti rientra nella normalità.
    Ora credo di aver combinato un bel guaio: ho ‘abusato’ dell’uso del colluttorio (tre volte al gg. per una quindicina di gg.) e sono arrivata a questo.
    ma quello che mi sconvolge è che ho sospeso gli sciacqui, ma la cosa è peggiorata, se due gg. fa sentivo un pochino, ora quasi nulla.
    Sono diserata, mi sembra d’impazzire…
    A qualcuno è successa mai una cosa simile? E’ reversibile?
    Aiutooooooooooooooooo
    Simona

  8. giuseppe scrive:

    sono circa 5 giorni che ho perso odore e gusto. Sto malissimo. Non riesco più a sentire niente di niente. Dopo un intervento chirurgico dal dentista per un’estrazione di un dente molecolare e l’assunzione di Synflex 550 mg e Augumentin, mi è sparito per sempre l’olfatto e il sapore. Ho paura! Cerco aiuto!!!

  9. Chiara scrive:

    Ciao licia,
    sono disperata.Sono stata colpita anch’io da un raffreddore allucinante.Non riesco a capire di cosa si tratti, forse un’allergia, ma gli antistaminici non stanno dando grandi risultati.
    Ora il medico mi ha prescritto un cortisone spray nasale.
    La mia paura più grandi è di non riacquisire più l’olfatto che ho completamente perso…
    Tu dopo quanto tempo l’hai riacquistato?
    Ciao, Chiara.

    • Licia scrive:

      Mi ci è voluta circa una settimana. Vedrai che appena ti si libera un po’ il naso la situazione andrà migliorando :)

    • silvia scrive:

      ciao Chiara, io non sento più nè sapori nè odori da circa 20 giorni. 15 giorni fa sono andata dal dottore e ha dato anche a me uno spray nasale al cortisone (nasonex) da prendere per 10 giorni. ho finito ieri di prenderlo, ma non va molto bene, sento pochissimi sapori, solo quelli forti e gli odori ancora niente.
      tu dopo quanto tempo sei migliorata?!??!
      ti hanno dato anche un’altra cura?!??!
      non so se sia il caso d’andare da un otorino, io così sto malissimo, non ce la faccio più.

      grazie, ciao
      Silvia

  10. Martina scrive:

    Io soffro di sinusite e praticamente da sempre sento pochissimo gli odori, quasi per niente…
    sento solo quelli molto forti che visto sono così forti mi danno la nausea…
    perciò per me è la normalità stare come sei stata tu…

  11. Alice scrive:

    Assolutamente splendido!
    Sono completamente d’accordo, è orribile quando si ha il raffreddore e non si riesce a sentire il gusto nè il profumo di nulla..è una cosa che fa impazzire. E, vero, passa pure la voglia di mangiare.
    Non si può rinunciare a nessun senso, sono tutti indispensabili per la vita.

    Comunque, un piccolo consiglio-suggerimento: non so se nel tuo caso può dipendere principalmente da questo, però i latticini e lo zucchero bianco sono spesso principali responsabili della produzione di catarro e in molti casi è consigliabile ridurne drasticamente il consumo. Ti dico questo perchè da piccola ho avuto molti problemi con il catarro (otiti, raffreddori eterni e altri disturbi) e con il tempo ho risolto riducendo i latticini (sostituendoli con prodotti a base di soia o riso) ed eliminando lo zucchero bianco raffinato (quest’ultimo poi è tremendo non solo per il catarro, ma per innumerevoli altri problemi).
    So che detta così sembra una stupidaggine, però spesso questi alimenti sono sottovalutati nei problemi legati al catarro.
    Vabè, magari lo saprai già, ma spero che comunque questo consiglio ti possa essere d’aiuto :)

  12. Francesco scrive:

    Hai ragione visto che Marcel Proust, partendo dal profumo e dal sapore della “madlene” magiata a colazione, butta giù qualcosa come glui otto volumi della “Recherche du temp perdue”. (Qualcuno forse la vedrà come un disastro se ritiene che la Recherche sia un mattone).

  13. Fieia scrive:

    riesci a trasformare in poesia e parole anche la guarigione da un brutto raffreddore… che bello… =) è meraviglioso il modo in cui per te anche la cosa più piccola diventa una favola da raccontare =) sei la scrittrice migliore del mondo credo che i miei figli conosceranno solo le tue storie durante la loro infanzia… =)

  14. Eresseie scrive:

    Ce l’ho avuto anke io, qui a udine-.- e poi l’ho passato a mia mamma xD. Ma lo devo ringraziare perchè ho passato una settimana a casa invece di andare a scuola xD!!!!

  15. anna scrive:

    Bentornato tra noi olfatto di Licia!

    @Val: qual è il tuo Rimedio Universale?

    • Valberici scrive:

      Trattasi di grappa ad alta gradazione ottenuta col metodo proposto dal grande scienziato Athanasius Kircher :)

    • anna scrive:

      Val, l’avevo immaginato che era qualcosa di simile! Secondo me quel sapore è difficile da ignorare, anche con un raffreddore come quello di Licia

  16. Nihal scrive:

    mi dispiace è buonissimo l’odore di bimbo ma almeno adesso stai bene?

    • Licia scrive:

      Sto guarendo. Olfatto e gusto sono tornati, udito quasi, ho ancora un po’ di catarro ma il naso è quasi del tutto libro. Comunque domani vado dall’otorino, che purtroppo già so cosa mi dirà.

  17. Talitha96 scrive:

    “È proprio vero che apprezzare una cosa davvero devi correre il rischio di perderla.”

    Io adoro l’odore che ha la casa di mia nonna. E’ così inebriante e ..unico *-* Ogni volta che entri in casa sua ti abbraccia tutta. E’ lo stesso da sempre, me lo ricordo da quando facevo la scuola materna e tornando a casa passavo da lei :3

  18. Valberici scrive:

    Comunque, visto che si parla di percezioni…ho deciso tempo fa di candidarmi all’ Ig Nobel. Lo farò con due progetti. Il primo è un motore temporale a gatto imburrato. Il secondo è il tentativo di dimostrare che le donne hanno una percezione spazio-temporale diversa della nostra. Essenzialmente farò ricerche sui multiversi a frequenze oscillatorie simili. A tale proposito sto cercando collaboratori, tra i quali un astrofisico, ma dovrei sentire tuo marito…la ricerca deve essere condotta rigorosamente da maschi…ma di questo ora non posso parlare. Dunque, tornando a noi, mi servirebbero delle donne che sostengano dei test…se per caso ti vuoi offrire volontaria…in caso di un nuovo raffreddore saresti molto utile per alcuni test sulla privazione sensoriale… :lol:

  19. Valberici scrive:

    Non potrei vivere senza assaporare il gusto e l’odore del mio Rimedio Universale. :lol:

  20. Simone scrive:

    Mio nonno aveva perso l’olfatto in guerra, e conseguentemente anche un po’ del senso del gusto. Credo che sia molto spiacevoli vivere senza odori, anche se, alcune volte… :-)

    Piccola postilla: di solito i bambini non hanno un gran buon profumo, e nemmeno le magliette di noi uomini ;-)

    • Licia scrive:

      A me l’odore di bimbo è sempre piuaciuto da morire. L’odore della pelle. E anche l’odore della pelle di chi amo. Ovviamente qui siamo al netto delle puzze corporee :P .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>