Same old story

Torno da Lucca, già mezza acciaccata, e scopro, prima qui nei commenti del blog, e poi da una serie di tweet allarmati, che l’apocalisse è vicina. L’ha detto il tiggì. Nello specifico, pare che un asteroide grande quanto il Texas stia per schiantarsi sulla Terra tra novembre e dicembre.
Ora, chiariamo subito una cosa: l’eventualità che un asteroide ci caschi in testa, prima o poi, esiste. È altresì possibile che se ne scopra uno pericoloso con poco preavviso, anche se al mondo è pieno così di progetti volti all’identificazione dei NEOs (Near Earth Objects = Oggetti Vicini alla Terra, leggi oggetti, tipicamente asteroidi, che potrebbero entrare in rotta di collisione col nostro pianeta), senza contare le schiere di astrofili che fanno lo screening del cielo tutte le notti. Ma, ripeto, la possibilità, per quanto remota, molto più remota di molti dei pericoli cui ci esponiamo quotidianamente nella nostra vita, c’è. Per cui, la mia reazione istintiva è stata quella di andare subito a controllare nell’unica fonte sicura di informazioni al riguardo: il sito della NASA dedicato ai NEOs.
Ecco, d’ora in avanti consiglio anche a voi di fare così ogni volta che chiunque spari che moriremo tutti investiti dall’asteroide fine ti monto: andate su questo sito e controllate la lista. Sono elencati tutti gli asteroidi conosciuti che hanno una possibilità di impatto con la Terra. Sono elencati il nome, il periodo del possibile impatto, quanti incontri ravvicinati ci saranno e, quel che più interessa a noi, la possibilità di tale impatto e il diametro dell’oggetto. In linea di massima, sono questi due parametri che danno la pericolosità dell’asteroide.
Piccola parentesi: la pericolosità di un asteroide viene di solito indicata da due scale, quella di Palermo e quella di Torino. Vediamo la seconda: gli oggetti vengono classificati in 11 diverse classi:
0 sono gli oggetti di cui non bisogna preoccuparsi, perché la probabilità di impatto è piccolissima o perché sono picoli loro;
1 sono oggetti appena più pericolosi, ma che in effetti non richiedono altro se non un calcolo più preciso dell’orbita, che tipicamente li fa declassare a classe 0. Non c’è bisogno di prendere misure precauzionali, né di allertare nessuno;
2-4 sono oggetti per i quali occorre avere un’attenzione maggiore, perché la probabilità di impatto inizia a salire all’1% o giù di lì. Si tratta inoltre di oggetti che potrebbero produrre danni consistenti a livello regionale, e, in caso il possibile impatto disti meno di una decina di anni, val la pena allertare il pubblico;
5-7 sono oggetti seriamente pericolosi, perché grandi e perché con alta probabilità (>1%) di impatto. In questo caso è necessario predisporre programmi di prevenzione, il governo dev’essere allertato e vanno prese contromisure serie;
8-10 questi sono quelli davvero, davvero pericolosi, perché il loro impatto è certo. Non si parla più di probabilità, ma di sicurezza, così come sicuri sono i danni, che vanno da catastrofi localizzate a effetti globali più o meno gravi.
Per facilitare la lettura del tutto, la tabella sul sito ha affibbiato dei colori a ogni numero della scala di Torino: 0 è bianco, 1 è verde, 2-4 è giallo, 5-7 è arancione, 8-10 è rosso. Questo significa che basta scorrere la lista, senza neppure stare a leggere, per sapere immediatamente se ci dobbiamo preoccupare o meno. Come è evidente a tutti, il massimo del pericolo è rappresentato da 2011AG5, che ha lo 0.2% di probabilità di impatto ed è grande un centinaio di metri. Subito dopo viene 2007VK184, con lo 0.057% di probabilità di impatto e dimensioni comparabili a quelle dell’oggetto precedente. Nessuno dei sue è il famigerato asteroide di cui si parla in giro. Il che ci dice immediatamente che il gionalista italiano medio chiamato a parlare di scienza ignora completamente l’esistenza di questo sito.
Il secondo passo della mia ricerca è stato quello di risalire alla notizia. Cercando “asteroide” su Google, almeno in una ricerca fatta lunedì sera, dava come primo risultato un certo DA14, che dovrebbe colpirci il 15 febbraio, suppongo per vendicarsi di chi ha festeggiato San Valentino in santa pace. Sempre andando sul sito della NASA, si trova un 2012DA14, che è un oggetto di 45 metri di diametro classificato 0, e tra l’altro i possibili impatti sono tutti previsti nel ventennio 2040-2060, per cui qui qualcuno ha preso lucciole per lanterne.
Oggi faccio di nuovo la ricerca e finalmente trovo la notizia: Studio Aperto, che, a livello di informazione scientifica, non è esattamente Nature, durante l’edizione del 7 novembre accenna proprio ad un asteriode “grande quanto il Texas” che avrebbe il 30% di possibilità di schiantarsi sulla terra tra novembre e dicembre di quest’anno. Ora, qualsiasi notizia di catastrofi che cadano a cavallo del 21 dicembre va presa con le molle, per via della bufala della predizione dei Maya, ma, siccome a volte la vita ha uno strano senso dell’umorismo, la data in sé non è una ragione per credere che la notizia sia una bufala. Ma ci sono altri elementi: si dice che la notizia è stata data da un “pentito della NASA”, un dipendente anonimo che non vuole mantenere la consegna del silenzio che l’Agenzia Spaziale Americana ha deciso di mantenere sulla vicenda per non causare il panico. E questo è un grande classico del complottismo: notare per altro come la scala di Torino preveda che dal livello 2 in su si debba avvisare il pubblico. Per dire. Infine, ultima chicca: l’asteroide si chiama Nubiru. E qui ogni credibilità va a farsi benedire. Perché Nibiru è il nome del fantomatico pianeta X che ogni tot anni, secondo una teoria completamente priva di qualsivoglia straccio di prova, e che dunque possiamo rubricare semplicemente a “fantasia paranoide”, entra in rotta di collisione con la Terra causando catastrofi a non finire. Quindi, qui qualcuno ha messo insieme un classico della leggenda metropolitana con la profezia Maya con gli allarmi immotivati sugli impatti di atseroidi che periodicamente i giornali a corto di notizie mandano in giro.
Sulla rete si dice che la notizia è stata data dalla CNN, chiamando dunque in causa un altro grande classico del complottismo, il principio di autorità. Non è esatto: quello linkato non è un articolo della CNN, ma un post di un blog ospitato dal sito della CNN: anche Repubblica ha una piattaforma di hosting per blog, su cui scrive certo gente tipo Odifreddi o la Lipperini, ma anche emeriti sconosciuti, soli responsabili di quel che scrivono. Dunque, non è la CNN che ha dato la notizia, ma un tizio su un blog. Quindi, ricapitolando:
il sito della NASA non indica nessun asteroide pericoloso nella sua pagina dedicata;
la CNN non ha mai dato una notizia circa un asteroide pericoloso che starebbe per venirci addosso;
un tizio ha detto che un tipo della NASA che, guarda un po’, non vuole essere nominato, ha detto a qualcuno che sta per caderci in testa un asteroide.
A questo punto, ognuno è libero di credere o meno alla voce di un tizio anonimo sul web, che per altro chiama in causa un altro tizio anonimo (“mio cugino mi ha detto che una volta lui è morto”…). Io preferisco la scienza :) .
Ultima nota: come dicevo all’inizio, il rischio di un impatto nel futuro esiste, ma ogni giorno ci esponiamo a rischi per peggiori per la nostra incolumità. Ci sono centinaia di altre cose che minacciano la nostra vita e la nostra salute, sia a livello di singole persone che in quanto comunità di persone. Gli asteroidi sono l’ultimo dei problemi. State tranquilli :)

P.S.
La regia mi dice che da oggi è in vendita I Regni di Nashira 2 – Le Spade dei Ribelli, per cui dateci sotto in libreria, su! :P
Per festeggiare l’evento, una bella foto con quelle che qualcuno ha definito su Twitter le mie figlie, sempre presa in quel di Lucca.

50 Tags: , , , , , , ,

50 risposte a Same old story

  1. nihalsheireen scrive:

    licia, su internet ho visto una pagina di un presunto giornalino sui regni di nashire…che titolo ha il giornalino? se c’é vorrei prenderlo

  2. bradipa scrive:

    mi ricorda un po’ le spade dei ribelli… quando ci si chiede se è più importante salvare nashira anche se poi i femtiti rimarranno schiavi oppure se è più importante liberare i femtiti dalla schiavitù anche se poi moriranno tutti…

  3. Babil scrive:

    Oggi a scuola una ragazza del terzo anno del liceo classico non sapeva quale fosse il pianeta con l’anello…Pensava fosse Giove (cosa che tecnicamente non è falsa, ma se uno ti chiede “il pianeta con l’anello” quello è Saturno). E si tratta anche di una intelligente, neanche una capra.
    Mi è toccato fare il disegnino di tutti i pianeti del sistema solare alla lavagna.
    La mancanza di cultura scientifica in Italia e, soprattutto, la mancanza della consapevolezza della sua necessità mi fa costantemente cascare le braccia.
    Per forza poi la gente si permette di scrivere gli articoli sugli asteroidi grandi quanto il Texas e chi li legge non li sgama.
    Tanto per citare Allen di Leo Ortolani se vi suonano alla porta guardate bene prima di aprire, potrebbe essere un Annunaki…

    • Nashira99 scrive:

      bè secondo me scienze è importante,è importante dalla biologia alla chimica;dall’astrofisica a che ne so cosa d’altro,indipendente dal fatto che è la mia materia preferita,(io mi diverto un casino a leggere formule chimiche e capire di cosa sono fatti gli elementi che ci circondano e fare piccoli esperimenti chimici “casalinghi”.Oppure rimanere imbambolata di fronte a immagini dello spazio),per me scienze è importante;però magari a un’altra persona non le interessano queste cose,le studia a scuola per prendersi un bel voto e poi le cancellano dalla mente perchè sostanzialmente non gli interessa.
      Questa cosa la trovo anche abbastanza normale perchè se io a scuola studio un argomento che non mi piace proprio o già da principio lo ritengo inutile poi è automatico cancellarlo dalla testa…
      se molti italiani condividano la mia “passione” per scienze sono felice;però ognuno a ciò che li piace di più o ciò che li piace di meno ed è giusto che sia così;)(il mondo è bello perchè è vario)=)
      saluti

    • Babil scrive:

      No, perchè non ti viene riconosciuto il diritto di non sapere chi è Dante nemmeno se ti fa schifo, non si capisce perchè invece non dovrebbe essere lo stesso per le conoscenze scientifiche.

    • paniscus scrive:

      “Oggi a scuola una ragazza del terzo anno del liceo classico non sapeva quale fosse il pianeta con l’anello…Pensava fosse Giove (cosa che tecnicamente non è falsa, ma se uno ti chiede “il pianeta con l’anello” quello è Saturno). E si tratta anche di una intelligente, neanche una capra.
      Mi è toccato fare il disegnino di tutti i pianeti del sistema solare alla lavagna.”

      —————–

      E questo è niente. Che fare quando queste amenità non le proferisce un alunno, ma un collega che insegna scienze??????

      In una delle mie classi (io insegno matematica e fisica, e ho una formazione da astronoma come Licia) sono talmente disperati che vengono a far revisionare a me qualsiasi cosa sia propinata loro dalla collega di scienze naturali.

      L’ultima è stata uno schemino del Sole in cui la corona era un guscio compatto, le protuberanze stavano sopra alla corona, e la regione intermedia interna si chiamava “zona di trasporto RADIOATTIVO”.

      Inizialmente ho concesso il beneficio del dubbio e ho dato per scontato che fossero stati loro a copiare male dalla lavagna…

      …poi ho cercato discretamente di indagare, e alla fine ho avuto per le mani una fotocopia dell’appunto originale della collega, scritto di suo pugno: c’era scritto DAVVERO così.

      Non ci sono parole, ma nemmeno parolacce :(

      ben ritrovati
      Lisa

    • Nashira99 scrive:

      quello che volevo intendere io in sintesi è che queste cose succedono perchè MAGARI,dico magari;poi forse mi sbaglio ma ste cose potrebbero succedere perchè si hanno passioni diverse e magari se a uno una cosa non gliene frega la tiene in mente lo stesso e magari qulcun’altro no.=)

  4. giuggiola scrive:

    ciao licia!complimenti per il nuovo libro! l’ho divorato in pochi giorni come al solito! Devo dirti che è molto più bello del primo e non vedo l’ora di leggere il prossimo! Uscirà un nuovo libro anche in primavera come negli ultimi anni o dovrò aspettare fino a novembre prossimo?

  5. Amhal scrive:

    Licia, sul sito della NASA ci sono due oggetti classificati 1 sulla scala Torino. Tu hai detto che non sono pericolosi, e che basta ricalcolare la traiettoria. Ecco, in caso che il ricalcolo indichi che l’oggetto finisca sulla terra, cosa di può fare ? Io ho l’ansia. Ho vissuto troppo poco per essere spiaccicato da un asteroide !!!!! Ps: gli oggetti di chiamano 2011 AG5 e 2007 VK184 !!!!

    • Licia scrive:

      Al momento non c’è nessun piano specifico per eventuali “deviazioni”; ci sono varie proposte, dalle vele solari alle “palle di vernice” di uno studente che ha partecipato ad un concorso, ma nulla di fattivo. Magari qualcuno ne sa più di me e può rispondere al posto mio.
      Comunque, si tratta di probabilità remote, inferiori, e di parecchio, alla possibilità ad esempio di morire in un incidente quando saliamo in aereo, infinitesime rispetto alla probabilità di morire in un incidente d’auto. Voglio dire, ci sono miriadi di cose estremamente più pericolose e concrete, ma delle quali non abbiamo paura. La possibilità di un impatto con un asteroide esiste, ma preoccuparsene nella vita di tutti giorni, a mio parere, non ha senso. Per esempio, si stima che un impatto con un asteroide tale da provocare una catostrofe globale (cambiamenti climatici, minacce per la civilità e la vita…) accada in media una volta ogni 100 000 anni. Perché, lo ricordo, non conta solo la probabilità di impatto, ma le dimensioni, il posto in cui casca…Per dire, nel 1908 pare che un asteroide di 30 metri circa sia esploso a 8 km di altezza nell’atmosfera causando distruzione su un’area di 2600 chilometri quadrati circa. È ‘evento di Tunguska (http://it.wikipedia.org/wiki/Evento_di_Tunguska); non siamo qui a stracciarci le vesti perché la cosa avvenne in un’area disabitata della Siberia.

    • Nashira99 scrive:

      ahaha bè comunque;come dice Licia;
      anche se cadesse poi magari ti fa quel cratere e non c’è nessun ferito o morto(e la cosa sarebbe fantastica,logicamente).c’è;chi lo dice che la caduta di un meteorite deve essere per forza associata alla morte di qualche povero tapino?!?

    • Amhal scrive:

      Licia: hai ragione, forse non dovrei preoccuparmi così tanto. Eppure questa materia mi è così oscura, che un minimo di ansia rimane sempre. In cosa consisterebbe il metodo delle vernici ?

  6. V.Q. scrive:

    finalmente, sogno questo momento da dodici lunghi mesi (?)!!

  7. Giada scrive:

    uffa per avere il 2° libro devo aspettare fino a santa Lucia

  8. nihal scrive:

    brava! tutti in classe dicono le stesse identiche scemenze. il 21 dicembre finisce il mondo. dico io, ma siete scemi o cosa? la fine del mondo è prevista fra non so quanti miliardi di anni a causa del sole che esploderà e imploderà e tutti i vari effetti collaterali derivati dalla morte della nostra stella. per cui mettiamoci l’anima in pace che chissà se sarà rimasto il ricordo, non dico altro, di una generazioni che tremava per un deficiente a caso che parla di un presunto asteroide che ha quasi nessuna possibilità di entrare in collisione con la terra.
    comunque, domani andrò a prendere il secondo dei regni di naschira, e so già che mi piacerà da impazzire!
    voglio proprio vedere cosa s’inventerà talitha me mettere insieme una resistenza o qualcosa che ci assomigli, cosa dirà verba su come evitare la loro del mondo

  9. Barby scrive:

    Io non credo molto a questa improbabile fine del mondo, finchè non ho la conferma di qualche scienziato, che si possa definire tale, come Licia sto tranquilla.
    Le spade dei ribelli è fantastico! L’ho comprato venerdì pomeriggio, ho cominciato a leggerlo la sera alle 8 e l’ho terminato alle 2 di notte. L’epilogo mi lasciato letteralmente a bocca spalancata, non credevo ai miei occhi!! Licia, tu sai come stupire e incuriosire i lettori. Non vedo l’ora che esca il terzo!!! Peccato che passerà un anno prima di averlo tra le mie mani ç.ç Vuol dire che nel frattempo mi consolerò rileggendo almeno altre cinque volte il secondo.

  10. Qualcno95 scrive:

    Ma chi segue più il telegiornale? “Questa è l’estate più calda degli ultimi 200 anni, questo è l’inverno più freddo dopo l’ultima glaciazione” ma dai ._. A maggior ragione studio aperto, che credo che l’ultimo servizio serio mai fatto fu quello sull’invasione aliena, o giù di lì -.-

  11. Fla96 scrive:

    Macchè fine del mondo…cerchiamo di essere positivi!!xD

  12. Marco Casolino scrive:

    Ciao Licia,
    l’asteroide “grande quanto il texas” è una citazione di Armageddon.
    Non esiste nessuna profezia Maya. Il 21 dicembre inizierà semplicemente il 13o baktun (periodo di 400 anni).
    Vale la pena ricordare che le iscrizioni complete del calendario di lungo computo(Stele di Coba) fanno riferimento ad tempo estremamente anteriore alla creazione dell’universo. Sono solo quelle abbreviate (come quella di Quiriga’) che fanno riferimento a “soli” 5000 anni fa.
    Qui un post sulle catastrofi subite dai Maya in epoca storica: http://marco-casolino.blogspot.com/2012/11/in-attesa-dellapocalisse-2-mai-piu-maya.html

    Qui un e-book scaricabile gratuitamente sul reale stato delle conoscenze e la non-profezia maya: http://ebrooks.it/?p=415

  13. manu nihal lunil scrive:

    meno male che il mio compleanno è a novembre altrimenti avrei dovuto aspettare fino a natale per un libro

  14. _Sibi_ scrive:

    Uffa… i miei gentori non mi comprano il lobre xkè se no non sanno cosa regalarmi a Natale….!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! D:<

  15. Nihal00 scrive:

    Il libro le spade dei ribelli l’ho preso ieri ed è bellissimo!!!!!!!!!!complimentiiii.

  16. Federica scrive:

    Bhe…. questa dell’asteroide non la sapevo… mi è venuto un attimino un colpo, leggendo la premessa, ma siccome anche io do più retta alla scienza che a certe baggianate giornalistiche (se poi da studio aperto… vabbè, lasciamo perdere), mi sono tranquillizzata subito. Certamente, Licia, mi fido più di te che sei laureata in materia. Come se non bastasse… ne stanno tirando fuori di ogni: lo scoppio di un supervulcano a Yellow Stone, inondazioni… e adesso l’asteroide…. Ma ci godono a far morire di crepacuore le persone? Come se, al giorno d’oggi, non ci fossero già abbastanza problemi. Ci mancano solo i Maya…. :D

  17. Davide scrive:

    Volevo avvisarti che ho notato un errore per quanto riguarda l’orario dell’incontro che avrai a Milano; hai scritto che sarà Venerdì 16 Novembre 2012 – ore 18.00, nel sito di Milano bookcity, invece, c’è scritto che sarà il 16/11/2012 – Ore: 18:30.

  18. Emanuele scrive:

    Il pianeta X in questione è Nibiru, Licia! :) Not Nubiru.
    Per quanto sia da classificarsi come pure fantascienza, mi sono divertito molto a leggere i libri di Sitchin; sì, insomma, al pari del Silmarillion di Tolkien. Perlomeno quest’ultimo ammetteva di aver scritto una cosmogonia mitologica, senza spacciarla per realtà.

  19. Marta scrive:

    Il giornalismo italiano talvolta è incommentabile.
    Ti ringrazio per la spiegazione, semplice e chiara, dimostri ogni giorno che è possibile spiegare e capire il mondo anche se non siamo tutti astrofisici.
    Sto pensando di abbandonare marito, prole e lavoro per una mattina al loro destino e…venire a Bergamo per la presentazione!

  20. Valberici scrive:

    Ogni tanto mi vien voglia di immaginare una “fine del mondo” e poi diffonderla sul web.
    Stavo pensando ad un progressivo avvicinamento della Luna alla Terra, rivelato dalla mia strumentazione: un foro in un asse attraverso il quale si guarda il satellite in modo che “riempia” esattamente il buco, e poi si scopre che piano piano, a distanza di mesi, la sua circonferenza supera quella del foro stesso. Esperimento facilmente ripetibile da chiunque.
    Se me la gioco bene, inizialmente in lingua inglese, credo che presto vedrai strane assi forate sui balconi dei vicini… :D

    • Emanuele scrive:

      Dannazione! Allora non sono l’unico ad aver notato questa anomalia! Qui c’è qualcosa che non va, gente. Che sia per mano della Luna o dei politici, moriremo tutti, e davvero.
      Sì, bisognerebbe organizzare una campagna di diffusione. Chiami tu Studio Aperto?

    • Nashira99 scrive:

      ahahah;)
      spiegazioni di come creare il panico con furbizia=)

  21. Amhal scrive:

    Sti giornalisti dovrebbero informarsi però eh !!!!!!!!! Che ansia mi hanno fatto venire….cacchio !!!!!!!!!

    • Nashira99 scrive:

      secondo me per sapere se una cosa è vera o è una balla devi affacciarti dal balcone:se vedi il tuo vicino li tranquillo che si fuma la sigaretta vuol dir che è una balla;
      se invece vedi gente che corre come pazzi,forse dovresti preoccuparti;)

    • Amhal scrive:

      Ahahahahahah :) forse si XD ma ho scoperto di essere astrofobico XD mi spaventa tutto ciò che ha a che fare con il cielo….quindi i giornalisti al posto di parlare a vanvera, potrebbero informarsi e semmai cambiare lavoro !!!!

    • Nashira99 scrive:

      si sa:di questi anni è meglio tenersi il lavoro che si ha e svolgerlo al “meglio delle proprie abilità”XD
      viviti la vita con serenità e non ascoltare le loro CAVOLATE!!!;)

  22. bradipa scrive:

    quindi non moriremo xD
    non vedo l’ora di comprare il secondo libro, dovevo andarci oggi ma non ho fatto in tempo -.-”

    spero che quando andrò in libreria non siano finiti =)

  23. Vero96 scrive:

    Grazie per la spiegazione :P
    Comunque penso proprio che domani andrò a fare un giretto in libreria XD

  24. Aesir scrive:

    Scusa per il doppio post, sono un’imbranato con internet ^ ^. L’ho messo anche qui, colpa di un copia e incolla errato. Se puoi cancellalo, grazie.

  25. Aesir scrive:

    Ciao Licia, ho letto della presentazione all’IBS di Padova, abito lì, quindi ci sarò, e probabilmente con il cosplay di Aster. Ti aggiungo qui sotto il link:
    http://aesirthedarkone.deviantart.com/#/d5k1qe4
    potresti per favore aggiungerlo all’elenco che hai inserito?
    Grazie ^ ^.

  26. Nashira99 scrive:

    No,scusatemi un secondo:
    c’è,ma che cavolo, se davvero fosse vera sta cosa(e secondo me è solo una balla); noi quel giorno lì stiamo a girare i pollici,a guardarci in faccia oppure con tutte le tecnologie che abbiamo non riusciamo a lanciarli un missile contro e,nella migliore delle ipotesi,distruggerlo;oppure semplicemente diminuirne le dimensioni originali per far si che abbia un impatto meno “distruttivo”?
    poi magari mi sbaglio,però cavolo…

    • Nashira99 scrive:

      Ah…comunque,logicamente sono strafelice che sia uscito il 2!!!
      non vedevo l’ora=)
      saluti.

    • Babil scrive:

      Ti sbagli, le probabilità di riuscire a deviare per tempo un asteroide che fosse diretto contro la Terra sono minime…Cioè, se te ne accorgi con anni di anticipo è possibile, se te ne accorgi quando manca una settimana all’impatto la vedo dura.
      Comunque come diceva Licia la probabilità di un impatto è molto bassa.
      Non resta che sperare di riuscire a catalogare tutti i NEO in modo da non essere colpiti a tradimento da un corpo celeste sconosciuto mentre stiamo a guardare un’altra regione del cielo.
      Così, alla faccia di chi sostiene che l’astrofisica sia uno spreco di soldi.

    • Nashira99 scrive:

      va bè…
      apparte la solita figura di m. nel dar voce ai miei pensieri;
      l’importante è che sia una balla,così la gente che era preoccupata ora è tranquilla=)

  27. Alexandra scrive:

    I regni di Nashira 2 l’ho comprato a Lucca e l’ho finito di leggere ieri sera, cioè ieri notte verso le 2.. come al solito i tuoi libri mi prendono e non mi lasciano finchè non li finisco..
    ci hai lasciati con un finale crudele però :P non faccio spoiler a nessuno, dico solo che sto contando i giorni per l’arrivo del terzo..

    • Nashira99 scrive:

      oddiooooo!
      per quante ore hai letto?
      anch’io sono una macchinetta a leggere sopratutto quando i capitoli finiscono con un entusiasmante punto di domanda…
      però cerco di trattenermi perchè voglio conservarlo;)
      non voglio finire una cosa così bella in un giorno,voglio prolungare la su durata=)
      però non ci metto un mese a leggerlo,lo finisco prima è un impresa impossibile rimanere 4 giorni con un punto di domanda=)

  28. Nihal scrive:

    oh my god…..moriremo tutti
    ah quanto costa il libro di nashira 2?

    P.S. : chi sarebbero le tue figlie? una ho forse intuito che è Dubhe ma le altre 2?

  29. Francesco Roghi scrive:

    I giornalisti italiani per quanto riguarda la scienza fanno sempre cilecca. L’antiscienza purtroppo in Italia è imperante, quindi non mi stupisco di certe cose. L’unico lato positivo è che posso prendere in giro mia sorella che ultimamente si è fissata con queste credenze “newage” e paranormali. XD

  30. Axelander scrive:

    infatti mi chiedevo di questi tempi come mai a un mese dalla fine del mondo nessuno rilasciava notizie assurde. Ci pensa studio aperto con la sua attendibilità grande quanto un granello di sabbia a informarci tutti. Grazie licia della spiegazione. Tanto da qui al 21 dicembre hai voglia di vedere idioti che parleranno a vanvera della fine del mondo.

  31. Francesco scrive:

    Attenta che se poi l’asteroide arriva davvero e tu hai la fortuna di sopravvivere ci sarà qualche giudice che ti condanerà perché responsabile della morte di milioni di persone che non sono state evacuate in tempo sulla luna a scopo cautelativo.

    • Licia scrive:

      In effetti non è un’ipotesi peregrina, di ‘sti tempi…però, stando ai dati, mi pare certo che, almeno questo qui, non casca. Un altro, magari, ma non questo :P

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>