Asteroidi e meteoriti

Alle sette di una qualsiasi mattina di inizio estate, anno domini 1908, il cielo si spacca in due, una luce fortissima avvolge ogni cosa e la foresta di Tunguska viene avvolta dal fuoco. L’esplosione è così violenta che a 600 km di distanza alcuni convogli della Transiberiana rischiano di deragliare. La luce è così forte che a Londra, dove è ancora notte inoltrata, si può leggere il giornale senza l’ausilio di alcuna luce artificiale.
È l’evento di Tunguska, come avrete già capito: quel mattino, un asteroide o una cometa, non è ben chiaro, entra in rotta di collisione con la Terra ed esplode ad una decina di chilometri d’altezza nell’atmosfera. Il risultato è questo, ad esempio


(fonte: http://www.webalice.it/maxba10/TUNGUSKA_1908.html)

È il più violento episodio di collisione che si conosca nella storia recente. Ma, a parte sdraiare migliaia e migliaia di alberi, non fece vittime né danni: avvenne in una zona disabitata.
Ora, a quando pare la Russia è molto amata dagli asteroidi in cerca di fine gloriosa, perché, stamattina, aprendo come di consueto Repubblica, mi imbatto in questi (guardare sulla colonna di snistra e cliccate i link). Si tratta di una serie di video assolutamente straordinari di una pioggia di meteoriti che si è verificata questa mattina ora locale sugli Urali. Nessuno degli oggetti ha raggiunto il suolo (tutti, a causa dell’attrito con l’atmosfera, si son scaldati e disintegrati prima di toccare il suolo), ma, nonostante l’evento si sia verificato in una zona fortunatamente poco popolata, si hanno notizie di feriti e danni. Sarò onesta: il mio cuore di astrofisico, lo ammetto, rimane senza parole davanti ad uno spettacolo del genere. Nonostante non ci sia ormai nulla di misterioso, a livello scientifico, circa eventi del genere, uno non può non rimanere scioccato davanti alla potenza di una natura che riesce a essere così devastante persino con quattro sassolini messi in croce. Poi, però, penso ai danni, ai feriti, allo shock di chi ha vissuto quest’esperienza, e i video mi incantano decisamente di meno.
Ecco, se uno volesse una prova di quanto l’universo sia più grande – in senso metafisico, se vogliamo – di quanto possiamo comprendere, questi video sono perfetti. Non stiamo parlando di oggetti di grandi dimensioni, ma di sassi. Tunguska stessa fu provocata da un oggetto del diametro non superiore a qualche decina di metri. Capite che, a petto degli ordini di grandezza sui quali si giocano gli eventi cosmici, noi siamo veramente la polvere della polvere della polvere.
Per altro, io ricordo ancora come fosse ieri l’unico bolide che abbia mai visto in vita mia (ossia un meteorite particolarmente luminoso): era il 12 di agosto, notte di S. Lorenzo, ero all’inizio della mia adolescenza ed eravamo tutti al Tuscolo. E passò questa cosa straordinaria, che non solo sembrava enorme e luminosissima, ma lasciò anche una scia di fumo. Nel silenzio più assoluto. Una cosa da restare senza fiato.
Comunque. Come vi ho detto più volte, esistono programmi per il monitoraggio dei corpi minori del Sistema Solare, ossia tutti quegli oggetti che potrebbero finirci in testa. Ma eventi come quello di oggi sono pressoché imprevedibili, perché riguardano oggetti troppi piccoli, molto difficili da individuare. Ma che, come vedete, in certe condizioni possono fare ugualmente male. En passant, vi avviso che oggi ci sfiorerà proprio un asteroide (ma la cosa non è collegata alla pioggia di meteoriti di stamane): trattasi di 2012 DA 14 (il nome, al solito, indica la data di scoperta). È un oggetto del diametro stimato di un cinquantina di metri, e la cosa straordinaria è che ci farà davvero il pelo. Passerà infatti a circa 35000 km da noi. È cinque volte e mezzo il raggio terrestre, ma soprattutto è al di sotto della quota dei satelliti geostazionari, ossia il posto in cui si trovano quei satelliti artificiali che guardano sempre lo stesso pezzetto di Terra. Tale distanza è di 36000 km, e, per intenderci, lì stanno i satelliti che ci permettono di vedere la tv. Niente di cui preoccuparsi, comunque: le dimensioni dell’oggetto fanno sì che non ci sia alcuna probabilità di impatto. L’asteroide non sarà neppure visibile ad occhio nudo.
E insomma, giornata tra l’affascinante e lo spaventoso, per noi che ci si interessa di cose cosmiche. E anche per chi non lo fa, direi.

Addendum:
Mi è stato fatto notare da chi ne sa più di me (ossia una persona che lavora su queste cose) che oggetti come quello di stanotte possono essere individuati, ma sono tantissimi, e gli studi al riguardo sono relativamente recenti. Questo significa che ancora non li conosciamo tutti, e dunque può capitare che ne sfugga più di qualcuno. Ma stanno lavorando per noi :) .

11 Tags: , ,

11 risposte a Asteroidi e meteoriti

  1. Eleas scrive:

    Se non ricordo male nemmeno l’asteroide tungusi a tocco il suolo ma esplose a causa della pressione a qualche centinaio di metri di altezza e sempre se non erro scatenò una potenza di 20 megaton. Considerate che Hiroshima fu abbattuta da una bomba da 20 kiloton… Ma verificò i dati che risalgono alla mia tesi di laurea e son passati un paio di minuti ehehe

  2. Marta scrive:

    È sempre e comunque colpa del camerlengo!
    PS aspetto la tua recensione di revolution (il telefilm)!

  3. Clizia scrive:

    Concordo con Francesco Roghi, mi ha tolto le parole di bocca. :)

    ps: i miei vicini sono in strada a confabulare ancora sulla fine del mondo dei Maya…. ahahah

  4. Valberici scrive:

    Ma Tunguska è la conseguenza di un esperimento di Nikola Tesla, lo sanno tutti, dai. E riguardo agli asteroidi per ora nessun pericolo, i delfini ci sono ancora tutti. Comunque i più paranoici possono tenere un asciugamano a portata di mano.

    :D

    • Giulio scrive:

      Ehilà. so che Testla era un vero genio, che alcuni suoi esperimenti sono rimasti avvolti da un alone di mistero ma… che avesse a che fare con Tunguska? L’hanno nominato aiutante di Dio?

    • Valberici scrive:

      è una “citazione” tratta dalla trilogia Leviathan ;) Però mi pare che un tempo circolasse ‘sta improbabile storia di un esperimento di Tesla :)

  5. Mina scrive:

    Ti disturbo con un piccolo attacco di pignoleria XD
    Ma San Lorenzo non è il 10 di Agosto?

    Detto questo vado a vedermi i video e le foto che hai linkato

  6. Francesco Roghi scrive:

    E’ spettacolare e terrificante. E’ il bello della Natura e del Cosmo :)

    p.s.: fra 3… 2… 1… partono le teorie complottiste tra massoni, illuminati, alieni e cose varie ci sarà da divertirsi XD

    • Licia scrive:

      infatti tengo sott’occhio Protesi di Complotto. Ne vedremo delle belle :P .

    • Francesco Roghi scrive:

      Direttamente dalla Russia ecco le prime bufale XD

      “One Russian politician said the event was not a meteor shower but a US weapons test, Russia’s Interfax news agency reported.

      Vladimir Zhirinovsky, the leader of the ultra-nationalist Liberal Democratic Party, was quoted as saying: “Meteors are falling. Those are not meteors, it is Americans testing their new weapon.”

      preso da qui http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-21468116 (oltre agli strafalcioni della stampa che si trovano nel blog di Attivissimo XD)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>