Cucina senza glutine: torta al limone

Come ormai sanno anche i sassi, sono impegnata in un epico trasloco che dopo 34 anni mi ha portata via da Roma. Adesso abito ai Castelli, che, per i non romani, è non una zona collinare di origine vulcanica a sud della città. Avessi saputo prima che bastava venire qua per avere un clima più umano, mi sarei stabilita alla stazione di Frascati fino alla pubblicazione del mio primo best seller, e alla maturazione, dunque, di quel minimo di gruzzolo che mi avrebbe permesso di prendermi un monolocale qua. Comunque, sto divagando. Il trasloco è caduto proprio nei dintorni del compleanno di Giuliano, e non ho voluto privare tutta la famiglia di una torta, così questo dolce è stata la mia prima produzione pasticcera nella nuova casa. Cucina della taverna promossa a pieni voti, ma sto ancora divagando.
Dunque, in generale cucinare gli impasti celiaci è una tragedia: l’assenza di glutine fa sì che abbiano scarsissima coesione, e dunque si rompano molto facilmente. Non è un gran problema per pane e pizza, ma ad esempio per le chiacchiere o la pasta fatta in casa, che richiedono sfoglie molto sottili, è una tragedia. Mi dicono che usando qualche addensante vada meglio, ma ancora non ci ho provato. Inoltre, gli impasti sono appiccicosissimi, e toglierli dalle mani è un’impresa. Questo fa sì che non sia possibile, per impasti consistenti, adattare le ricette col glutine usando la farina che ne è priva. Semplicemente, non funziona.
Il problema, invece, non si pone per le torte, che hanno impasti fluidi. Da quando ho scoperto questo segreto Jedi, ho ricominciato a fare torte con piacere. Una delle mie preferite è questa torta al limone, che è superbuona per davvero. L’impasto è molto profumato e la crema è deliziosa. La facevo prima di iniziare a cucinare senza glutine, la faccio adesso, perché è una delle nostre torte preferite. Inoltre, le farine senza glutine la rendono sofficissima, perché hanno alte percentuali di amidi. Insomma, è una goduria. E per farle senza glutine basta solo usare farine permesse; io uso il Mix Dolci della Shär, ed è venuta ottima.
Questa volta ho anche apportato una piccola modifica; siccome avevo dei lime avanzati dalla key lime pie dell’ultima puntata della rubrica, li ho sostituiti ai limoni nell’impasto. Così, mi è venuta una torta al lime con crema al limone. Devo dire che la differenza rispetto alla versione classica decisamente non è sostanziale, ma era buona, quindi si può fare.
Di torte in verità ne ho fatte due; la prima l’ho rovinata come una scema. In pratica, siccome stavo usando il forno nuovo, mi è venuto il dubbio che non fosse cotta a sufficienza. Non avevo però stecchini di legno per pungerla, così ho usato un coltello. Ecco, non fatelo. Mai. La torta s’è letteralmente afflosciata. Era ancora buona, visto che una coppia di miei amici s’è mangiata mezza teglia, ma era orrenda.
Comunque, il risultato finale è la torta che vede qui sotto in foto. Sì, è orrenda, vi sfido a capire di cosa si tratti. La pasta di zucchero è anch’essa senza glutine, comprata dal mio negozio di cake design di fiducia, così come il colorante dorato. Io non avevo l’acool, così l’ho diluito con l’acqua. Ecco, no. Piuttosto, usatelo in polvere e mettetelo sulla torta con un pennello a punta larga. L’effetto è molto migliore. Non ho una foto dell’interno, perché in quei giorni ero ancor più esaurita che adesso e mi sono dimenticata, ma non ne ho riportato a casa neppure un pezzetto, qualcuno ha fatto il bis, quindi direi che è stata apprezzata. Buon appetito!

P.S.
Per la serie “recensioni non richieste”, nei prossimi giorni probabilmente vi ciuccerete la mia recensione di Drones, ultimo disco dei Muse. Spoiler: non è stato colpo di fulmine, ma lo sto sentendo a ripetizione.

3 Tags:

3 risposte a Cucina senza glutine: torta al limone

  1. Eviee scrive:

    Io amo le torte al limone ^^ Liciaaa ti vogliamo a masterchef :P
    ps. per caso ci sarai ai rimini comics?

  2. Giulia scrive:

    MUSEMMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSEMUSE

  3. Emilia scrive:

    Ho studiato a Frascati. Lo conosco abbastanza bene. Se ti serve un aiuto culinario sono a tua completa disposizione. A presto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>