Archivi categoria: Contest

Cose

Oggi, post di servizio. Allora, innanzitutto vi segnalo questo. È tutto vero: partecipate al contest e potrete dare il nome ad un personaggio dei miei libri. Chiedo un’unica accortezza al vincitore: ancora non so dove farò comparire il personaggio, potrebbe trattarsi tanto dell’ultimo libro de La Ragazza Drago che uno della saga di Nashira (supponendo che vi compriate il primo, ovviamente, e che dunque la Mondadori abbia poi voglia di pubblicare il secondo :P ), per cui vi chiederei di adattare il nome al contesto. Un personaggio che si chiama Sgnafuzz stonerebbe un pochino ne La Ragazza Drago, così come Maria ci starebbe un po’ come i cavoli a merenda in Nashira :P .
Detto questo, rimboccatevi le maniche e vinca il migliore!
Ah, come direbbe Steve Jobs, one more thing: questa

48 Tags: , ,

Il blog ufficiale de La Ragazza Drago

Rapida notizia prima di scappare. Avevo pensato di parlarne domani, ma poi ho preferito farlo subito. Esiste un blog ufficiale sui libri de La Ragazza Drago. Lo trovate a questo indirizzo. È curato dalla Mondadori, e lo trovo un’iniziativa molto, molto carina. Innanzitutto perché è uno spazio per voi nel quale parlare un po’ di questa saga, ed è molto aperto a qualsiasi vostro contributo. Poi perché ci sono anche degli interessanti approfondimenti (e altri ce ne saranno in futuro) sui luoghi e i temi dei libri. E poi, soprattutto, sono stati aperti due contest. Il primo prevede la creazione di artwork sulla saga; sfogliando le pagine troverete un bel po’ di splendidi esempi. Il secondo riguarda invece la creazione di fanfiction, ossia un racconto breve (3600 battute, circa due pagine) che si infili in qualche tasca della trama della saga. Per chi si sente più portato per le arti figurative, potete partecipare anche con un fumetto. I migliori cinque lavori vinceranno una copia autografata de L’Albero di Idhunn e potranno incontrarmi durante una delle mie presentazioni. Cioè, gli autori potranno incontrarmi. Ho ecceduto in figure retoriche :P
Bon, dateci sotto e divertitevi, mi raccomando!

146

Ffffffffffatto? direbbe Mucciaccia

Un po’ di tempo fa vi avevo detto che si stava organizzando qualcosa per Le Leggende del Mondo Emerso, e che a breve vi avrei fatto sapere. Finalmente il momento di sciogliere le riserve è giunto.
Immagino vi ricordiate del contest che è stato organizzato per l’uscita del primo volume de La Ragazza Drago. Ebbene, eccone uno nuovo di zecca che ha preso il via il 4 Novembre a Lucca. Qui trovate tutti i dettagli, ma per i più pigri riassumo la cosa.
Si tratta di confezionare un costume ispirato ad uno dei personaggi del mio nuovo libro; per ora sul sito trovate un po’ di anticipazioni sull’aspetto della protagonista, Adhara, che per altro è la tipa della copertina. A partire dal 18 Novembre troverete informazioni anche sugli altri personaggi. Una volta fatto il costume, scattatevi una bella foto e speditela all’indirizzo che trovate sul sito che vi ho segnalato.
Per chi avesse avuto dubbi sull’efficacia del sistema di votazione del precedente contest si tranquillizzi: si stan studiando soluzioni che permettano a tutti i concorrenti di essere votati per lo stesso periodo di tempo. Per altro la “giuria popolare” sceglie solo i dieci finalisti. Il vincitore lo decreta invece una “giuria di qualità”.
Cosa si vince? La gloria. Più o meno. Il vincitore, ovviamente costume-munito, farà una presentazione assieme a me.
Bon, questo è quanto. Mettetecela tutta, tirate fuori forbici, colla, ago, filo, cartoncino e tutto quel che vi viene in mente per esprimere la vostra creatività e buon divertimento!
Intanto, io vi faccio un regalino…

526

This is the end

È stato proclamato il vincitore del Contest. Trattasi di hooly007, che ha ottenuto il massimo dei voti con questo video


Complimentoni a lui. Ci siamo già sentiti, e mi ha detto qual’è il nome che vuole dare al personaggio. Cercherò di fare del mio meglio :P .
Ancora complimenti e grazie a tutti, avete partecipato numerosi e avete fatto uno splendido lavoro. In tutti i video si vede la passione e l’impegno che avete profuso in questa cosa. Spero vi siate anche divertiti.
Ora che la cosa è finita, posso fare due menzioni d’onore personali; un complimento speciale a JapoCW e Asciacorta; la mia anima di cosplayer ha davvero avuto un fremito al vedere i vostri video. So quanto impegno e quanta fatica ci vuole a fare una cosa del genere, per cui complimenti per l’inventiva e l’impegno.
Ancora grazie a tutti e alla prossima, allora!

46

Living in Rome – Qualche notizia

Uno esce alle 11.00 con un progetto preciso: fare la spesa, tornare a casa a mangiare, e poi alle 14.00 fare l’intervista. Del resto, cavoli, il centro commerciale sta dietro casa.
Quindi esci. E fai una breve deviazione, perché la mamma deve pagare l’ICI. Vai quindi alla posta. E ci passi un’ora. Sì. Alla posta dietro casa. No, è che arrivi e hai il numero 145, e sul display c’è segnat 96. Per dire. Ma vabbeh.
Esci da quel girone infernal alle 12.10, e realizzi che non fai in tempo a far la spesa e tornare a casa. Allora mangi al centro commerciale. Tanto l’appuntamento per l’intervista è là. Mozzarella, rucola e pomodorini, più un po’ di focaccia. Ah.
Spesa. E per fortuna è l’una, per cui alle casse non c’è nessuno e riesci a metterci circa 40 minuti in tutto. E sono le 13.40. Ti avvii all’intervista. E resti a parlare di te e di quel che scrivi fino alle 15.00. Ma non è ancora tempo di tornare all’ovile. Occorre prima fare un altro paio di compere che non avevi preventivato. Un regalo, e poi un paio di scarpe un sacco belline che hai visto in un negozio.
Risultato.
Rientri nel patrio suolo di casa tua alle 16.20, in tempo per mandare due mail e poi scattare per andare in palestra. Dove, per altro, ormai stai facendo allenamento per le selezioni di Amici, visto che fai sempre step coreografico.
I love Rome e la sua inarrivabile capacità di farti perdere un tempo spropositato per andare da A a B.

Il contest è finito. Eh già. Abbiamo un vincitore che sarà proclamato a breve. Suppongo che la proclamazione avverrà qua, oppure qua. Io intanto vi ringrazio e vi faccio i complimenti, perché avete fatto davvero un lavoro straordinario.
Altre due notizie.
L’intervista di ieri era per Gioia, e uscirà a breve, forse addirittura la prossima settimana. Se siete interessati…
Il 25 Giugno invece esce il nuovo numero di Rolling Stone. Sopra ci trovate un mio raccontino su Eddie the Head, la mascotte degli Iron Maiden. Io mi son molto divertita a scriverlo, spero che anche voi vi divertiate a leggerlo.

13

Sto bale

A quanto pare Parigi m’ha fatto davvero male, oppure, per una qualche legge del contrappasso, devo pagare il fatto che lì son stata bene. Per farla breve, mi è venuto il raffreddore. Credo di essermelo preso al Louvre, che era una specie di cella frigorifera. Il risultato netto è che da ieri vegeto. Non ho manco lavorato, sob…
Comunque. Oggi vi dovete accontentare di un posto piuttosto laconico. Ieri è scaduto il termine per l’upload dei video del contest su La Ragazza Drago. Mi rendo conto di aver battuto la fiacca in questi giorni, e di non aver indicato gli ultimi video. Lo faccio adesso.
Ecco a voi
i due trailer di kykko22: http://it.youtube.com/watch?v=r2g7e7IQOls, http://it.youtube.com/watch?v=ijxJLWutCEg
il traler di DRAS93: http://it.youtube.com/watch?v=IDS8JFNpMYE

Credo sia ancora possibile votare, per cui datevi da fare. I video li trovate tutti qua. Intanto complimenti a tutti, avete fatto davvero un gran lavoro.

Per quel che mi riguarda, me ne sto un altro po’ di minuti a letto, poi il dovere mi chiama e andrò a far la spesa. Buona giornata!

15

Kill Bill 2, in tutti i sensi

Ieri ho visto Kill Bill Vol.2. Ho scritto di pomeriggio, tirando giù un capitolo intero (la storia si avvia lentamente al rush finale), proprio per avere la sera libera. Mi son seduta assieme al marito, e abbiamo visto.
Ok, lo dico subito, non mi è piaciuto come il primo. Meno scoppiettante, meno esagerato, e più western. Ora, io non amo il western. So che non apprezzare Sergio Leone et similia non mi fa fare una bella figura, ma c’è qualcosa che mi respinge nelle storie western; l’unica che mi piace è Balla coi Lupi, che chiamarlo western ce ne vuole.Per cui mi mancavano i riferimenti culturali per apprezzare il giochino. E anche il cinema cinese lo conosco troppo poco. Sì, Pai Mei, ma il mio modello in quell’ambito lì è Muten, e capite che la cosa non mi ha fatto buon gioco.
Ma la carne c’è, le cose memorabili anche. Il seppellimento prematuro, per citare Poe, in una scena che mi resterà in testa a vita, e successiva fuoriuscita della tomba (a proposito di tombe, m’è venuta in mente una cosa che ho scritto con un tizio che esce dalla tomba, e che, se tutto va bene, dovreste leggere a fine mese ;) ), la scena iniziale del massacro ai Due Pini, e Bill e la Sposa intorno al fuoco, e il finale, grande, immenso, stratosferico.
Ma a me piacciono gli anime, le katane, gli scontri nei giardini d’inverno, e quindi si è realizzato quanto avevo predetto: il duello tra la Sposa e O’Ren non poteva essere superato da nient’altro, nel mio apprezzamento.

Poi, ieri sera, sono andata a leggermi un po’ di recensioni in giro. È una cosa che mi piace sempre fare. E mi sono accorta che tutti i critici prima o poi finiscono per cadere in certe trappole, e parlare di quel che non conoscono. Tipo uno che diceva che Kill Bill è come un videogioco, ma non ne replica la piattezza e la ripetitività. Per dire una cosa del genere hai ovviamente giocato solo a Pac Man. Oppure quelli che parlano male dei manga, di cui Tarantino prenderebbe l’estetica vuota per riempirla di senso. Sì, come no.Anche il critico più illuminato e aperto di mente ha il suo feticcio: il fumetto, il videogioco, una qualsiasi forma di arte popolare che nella sua scarsa conoscenza diventa l’esempio di ciò che non è arte, non è cultura. Ma il problema non è il medium. Il problema è la sostanza.
Ci sono videogiochi in cui la trama non esiste, e si va avanti ad ammazzare tanto per (l’osannato Gears of War), e videogiochi dove finisci a giocare solo per sapere come si evolveranno storia e personaggi, che sono densi, pieni, magari commoventi (Syberia). E ci sono fumetti il cui senso nel cosmo ti sfugge, perché a parte mettere insieme un tot di stereotipi usandoli per altro malamente altro non fa (Dai La Grande Avventura) e fumetti che quanto a profondità della indagine psicologica stanno sopra anche a svariati libri (Berserk).
La cultura pop è un mostro mitologico da mille teste, e ha qualcosa di rivoluzionario, in sé. È la sfida continua di dare alla gente contemporaneamente ciò che sa di volere e ciò che non immaginava di desiderare: divertimento e senso, trame scoppiettanti e indagine psicologica. Il prezzo da pagare per questo gioco condotto sul filo del rasoio è duplice: l’alto rischio di non riuscire, ovviamente, e il non essere spesso capiti.

P.S.
Noto solo ora l’aggiunta di due nuovi trailer per il contest. Trattasi di
Il trailer di JapoCW
Il trailer di Asciacorta
Vi ricordo che ci sono ancora dieci giorni per mettere online il proprio video. Datevi da fare e votate!

17

Namaste

Tempi duri per la ricerca in Italia. Poco lavoro, pochi soldi…e così a volte uno pensa che forse convenga andarsene all’estero.
Ecco.
Mi sa che ho trovato un’ottima opportunità di lavoro.
Questa.
Vedete? Cercando anche astrophysicists. A me l’Isola piace tanto, e lavorare per la Dharma Initiative e dire Namaste a tutti è sempre stato il mio sogno. Ora non mi resta che trovare i soldi per il volo fino a San Diego, perché la mia mail intanto già ce l’hanno. :P

Sento odore di Lost Experience 2 (o 2 e 1/2, considerando anche Find 815). Ma quanto mi piacciono queste cosine…

P.S.
Vi segnalo un nuovo video per il contest, quello di karen1193. Affrettatevi, che il 15 Giugno scade il termine per presentare i propri video.

20

Il fantasma delle estati passate

Io vado in palestra nel quartiere dove ho vissuto ventitré anni della mia vita. Non che senta particolare nostalgia quando ci passo, a meno che non prenda la via dove sta la mia casa natale. Ieri però è stato diverso.
Dovete sapere che qui a Roma le nuvole si sono diradate, e quello che è emerso dalla coltre è l’estate. Cioè, proprio l’estate, senza vie di mezzo. Afa, sole e voglia di far nulla. Vi dico solo che ieri viaggiavamo sui 30°.
Così, quando sono uscita dalla palestra, mi sono guardata intorno, e l’aria sapeva di gelsomino. Ma soprattutto, c’era profumo delle estati della mia infanzia. Quando mancavano pochi giorni alla chiusura della scuola, e io ero combattuta tra la gioia per l’inizio di una nuova estate e la preoccupazione per non sapere come riempire i successivi tre mesi. Quando inforcavo la bicicletta e mi buttavo giù per la discesa della mia via, fino all’edicola e ritorno per la strada parallela, che aveva una salita terrificante, da mozzare il fiato in gola. Quando tiravo fuori la racchetta e iniziavo a giocare a tennis contro il muro, o qualche volta con mio padre, sull’enorme terrazzo. Quando iniziavo a prendere il sole in costume da bagno, a volte infradiciandomi preventivamente con l’acqua della pompa.
Per venti minuti mi è sembrato di avere davanti un periodo pieno di promesse. Per venti minuti mi sono sentita di nuovo ragazzina, e sono stata contenta che stesse per arrivare l’estate, nonostante il caldo e tutto.
Credo che sia perché sta finendo un lungo inverno, e spero che non ne tornino altri così. E forse per questo ho voglia di sentirmi di nuovo un po’ bambina. Oppure è per la casa nuova, i progetti. Non lo so. Ma sento l’estate, per una volta, e per una volta ne ho voglia.

P.S.
Lunga serie di comunicazioni di servizio.
A questo link trovate una mia intervista per Uniromatv. L’ho fatta mercoledì scorso al convegno L’Italia in Giallo & Noir. È molto carina, non fosse per il mio meraviglioso naso dantesco…
Vi segnalo anche un nuovo video per il contest, quello di alchimista1989.
Infine, scopro stamattina da Fantasy Magazine di star scrivendo I Confini del Mondo Emerso – Il Destino di Adhara, e che sono a metà. Apperò. Ok, smetto di fare l’acida. Io mi domando a volte se quelli di FM non mi hanno impiantato un cip spia nel cervello :P . Yep, sono a metà di un libro, yep, per ora la protagonista si chiama Adhara, ma il titolo in pratica ancora non esiste.
Comunque, son tutte cose provvisorie, visto che sto ancora scrivendo…
Confermo tutto il resto, Creature e uscite economiche.

27

Diaro del Contest su La Ragazza Drago

Oggi giornata intensa. La serata lo sarà altrettanto. Per questo, brevissimo aggiornamento solo sul contest: due nuovi trailer
Il trailer di MarsMaior
Il trailer di lisandro
Domani proverò a riprendere il consueto ritmo di pubblicazione.

5