Archivi tag: neve

Mimetismo

Stanotte ho dormito poco. Per motivi non ancora del tutto noti, Irene ha deciso di svegliarsi nel cuore della notte e piangere più o meno per un’ora continuativa, nonostante ninne, abbracci e altri metodi palliativi. Per cui, capirete, non sono tanto per la quale.
Manco da una settimana, lo so. Per la cronaca, sono stata in montagna, dove ho più o meno imparato a sciare, rimediando una collezione di bozzi, ammaccature e lividi che levati. Per esempio, non posso dormire sul fianco sinistro perché l’ultimo giorno mi sono schiantata su un pendio pieno di neve mossa, ghiaccio e sciatori che scendevano a 200 all’ora. Però mi sono divertita.
Con lo spirito sono già proiettata a carnevale, e intanto però raccolgo i cocci: del sonno mancato, delle vacanze che sono volate, della scarsa voglia di ricominciare a lavorare. Per cui, mi capirete se stamane tutto quel che voglio è fare come questo barattolino di marmellata comprato sulle Dolomiti.

28 Tags: , , , ,

Neve reprise

Era lo scorso inverno. Irene non aveva neppure due mesi. Già era nata nei giorni più freddi dell’anno, con temperature polari, ma a quanto sembrava non era ancora finita. Era il 12 Febbraio, e dopo sei anni di nuovo vedevo la neve a casa mia. Provammo a fare qualche foto con Irene in braccio, ma ancora non eravamo granché esperti della nostra reflex, e comunque senza poter uscire fuori era pressoché impossibile ottenere foto decenti. Ci scrissi su anche un post, esaltata dall’idea che non solo quell’anno fossi diventata mamma, ma fossi riuscita anche a vedere la neve.
Il 17 Dicembre, come sapete, è stato il compleanno di Irene. Di nuovo ha fatto freddo, tantissimo, proprio come uno di quei giorni campali di un anno fa. E alle 14.00, così, senza preavviso, ha iniziato a nevicare. Di nuovo. Una neve piccola e gelata, una neve vera, che in quell’oretta di piccola bufera ha fatto accumulare sul mio balcone un sottile straterello bianco compatto e farinoso. Alle 15.30 ha smesso, poi ha iniziato a piovere, ed è finita così. Ma è stato bello. Mai nella mia vita avevo visto la neve intorno a Natale a Roma. L’unico Natale innevato l’ho fatto a Monaco, la bellezza di cinque anni fa, ormai.
Mi piace credere che è un regalo della mia Principessina delle Nevi, che ha cambiato anche il clima di questa città per rendermela più gradita. Penso sempre che sia io a dover rendere il mondo migliore per Irene, ad aiutarla a diventare una persona felice e forte; e invece è lei che sta facendo di tutto per aiutarmi a superare le mie debolezze, i miei momenti di stop, per farmi vedere il mondo migliore di quanto sia. Forse è questo essere genitori.


P.S.
A destra la neve del 17/12, a sinistra quella del 12/02

43 Tags: , , ,