Archivi tag: torino

Torino sì, Torino no

Credo di avere il cervello che funziona in differita, perché stamattina, riemergendo a fatica da un sonno denso e pastoso come non ne facevo da…boh, non so nemmeno da quanto, ho avuto la netta e precisa sensazione che la mia avventura a Torino di quest’anno fosse un capitolo definitivamente chiuso. E sì che da Torino sono tornata due giorni fa – con difficoltà, eh? che alla fine sul volo ci sono salita all’ultimo istante per tutta una serie di sfighe lunghe da raccontare :P – ma sono tornata. E quindi non so, probabilmente la mancanza di sonno di quest’ultimo periodo m’ha rallentato i neuroni. Comunque, è ora di fare il bilancio, quindi.
Ovviamente, non posso certo dire che sia andato tutto come pensavo. Togliamoci il dente è diciamo direttamente quel che non ha funzionato, che facciamo prima. Non ho visto Torino, per l’ottava volta nella mia vita. Sì, sono otto anni che vado a Torino anche due volte l’anno e non ho visto mai niente. Quest’anno avevo favoleggiato di musei egizi e passeggiate al valentino. Al massimo sono riuscita ad andare al centro commerciale del Lingotto. Tristezza a palate.
Immediata conseguenza di questo fatto è che della tonnellata di foto che immaginavo di fare ne ho scattate, fammi contare…zero. Sì, zero in croce. Ho girato lunedì mattina per la fiera con la macchina fotografica, ma ho paura a fotografare le persone, non voglio disturbare e invadere la privacy di nessuno, e quindi mi sono astenuta.
Avrei voluto passare una bella giornata rilassante con i miei amici, ma un po’ per colpa mia, un po’ per cause indipendenti dalla mia volontà, li ho trascinati invece in un pallosissimo tour de force di telefonate e discussioni oziose sbattuti sui divanetti della mia stanza di albergo. Mi consola sapere che comunque è un episodio di dodici anni di amicizia, sapremo come emendarlo.
Non sono riuscita a incontrare una persona che mi sarebbe piaciuto conoscere, ma magari sarà per la prossima, e non sono riuscita a vedere tutti i miei amici torinesi, se non come al solito tra momenti rubati, o da lontano. Purtroppo più passano gli anni e meno riesco a dedicare loro il tempo che vorrei…
E con questa direi che le cose negative finiscono, dai.
Ho fatto una divertente intervista con Francesco Falconi, è stato un momento piacevole nel turbine di eventi di domenica pomeriggio, e non posso che ringraziare Alessandra Casella per avermelo regalato, e Francesco, ovviamente, per essere com’è :) .
Ho incontrato alcuni di voi, e come sempre è stato bello ed esaltante. Grazie per la pazienza, grazie per l’affetto, grazie per avermi permesso di fare delle mie passioni e ossessioni un lavoro.
Ho cenato e pranzato con gli amici, e, soprattutto quando questi amici sono lontani, fa sempre un sacco di piacere.
Ho visitato Eataly! Questa è una cosa clamorosa, perché volevo farlo da tipo tre anni, ma non avevo mai avuto tempo. Mi è piaciuto girare per gli scaffali, e, anche se poi non ci sono tornata per i limoni di Sorrento, come mi ero ripromessa, ho fatto comunque prigionieri: due barattoli di marmellata al pompelmo e alla prugna e zenzero, che se non è roba strana a me non piace :P .
Ho dormito una mezzora, un pomeriggio, esausta, mentre fuori sentivo in lontananza il fischio dei treni di Porta Susa e il chiacchiericcio di chi andava in fiera. La stanza era piena di sole, e, non so, è stato bellissimo.
Ho conosciuto una persona che stimo moltissimo, e ho ricevuto un abbraccio inaspettato, che ricorderò a lungo.

È stato diverso dal solito, non è stato come me l’ero immaginato, ma come tutti gli anni, vale sempre la pena, per tanti motivi, a volte anche difficili da spiegare.
Al prossimo anno.

20 Tags: , , ,